Ultime news

Il San Francesco è quasi pronto

A poco più di venti giorni dall’inizio della stagione ufficiale della Nocerina, allo stadio San Francesco continuano a ritmo serrato i lavori di ristrutturazione necessari per la messa a norma dell’impianto rispetto alle indicazioni, più rispettive rispetto alla Lega Pro, che provengono dalla Lega di serie B.  Solo piccoli dettagli mancano per l’adeguamento della struttura: spalti, gabbia di separazione per la tifoseria ospite e piccoli lavori di tinteggiatura. Per quanto concerne gli spogliatoi e la tribuna stampa, c’è qualcosa in più su cui lavorare ma nulla che impedirà alla squadra di mister Auteri di iniziare la stagione fra le mura amiche. Ci saranno novità sostanziali soprattutto per il terreno di gioco per il quale è in programma il rifacimento completo. I lavori commissionati dalla società, ed economicamente a carico della stessa come prescrive la convenzione stipulata col comune di Nocera Inferiore,  avranno un costo che si aggirerà intorno ai 50.000 euro. Lavori necessari visto il cattivo stato in cui versa già da qualche anno il prato dello stadio Nocerino. I lavori avranno inizio nel tardo pomeriggio di lunedì prossimo, e consisteranno nell’estirpazione completa mediante bruciatura dell’erba esistente con conseguentesemina e rizollatura dell’intero manto erboso. Il tutto averrà sotto consiglio di mister Auteri, da sempre attento anche a questo aspetto. Una superficie di gioco in perfetto stato consentirà agli schemi del tecnico siciliano una più veloce e precisa esecuzione. La società rossonera questo lo sa e non ha esitato a mettere in ordine il prato. Pertanto, il sopralluogo fissato per inizio settimana prossima da parte dell’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive della FIGC presieduta dall’ex arbitro Carlo Longhi non desta alcuna preoccupazione. Si diradano sempre più le nubi che offuscavano la fatidica data del 14 agosto, giorno in cui la Nocerina, i nocerini ma anche il comprensoriotutto,si tufferanno in un’avventura tutta da vivere, è i nocerini, a differenza di quanto paventato, potranno farlo sin da subito a “casa propria”. Il tutto per rendere l’avventura della serie B, quella tanto attesa ancora più “esaltante”.

 

Lorenzo Orefice-forzanocerina.it ( Foto : Ciro Pisani)

Back to top button