Ultime news

Petrilli: il jolly utile per tutte le occasioni

Piccolo, veloce, guizzante, esterno d’attacco difficile da contenere nello stretto. Nicola Petrilli è un giocatore che fa della velocità la sua arma preferita. Lo ricordano il Taranto e la Lucchese nella scorsa stagione, le due vittime alle quali il folletto piemontese ha trafitto le reti. Proprio quel gol pesante contro i toscani, che fu importanti ai fini della promozione in serie B, lo mise in vetrina e gli ha consentito di giocarsi l’occasione della cadetteria con la Nocerina. La sua statura e le sue qualità tecniche gli conferirono il ruolo di jolly nella scorsa stagione: Auteri lo utilizzò sia da esterno d’attacco che tornante di centrocampo. Addirittura si registrò anche una sua prestazione da portiere, per gioco, nell’amichevole con la Nazionale VIP dello scorso anno.

Questa duttilità tattica si è ampliata nel ritiro di Roccaporena. Ieri il tecnico siciliano ha schierato Petrilli al fianco di Bruno, a causa dell’assenza di Marsili, nella partita a campo intero, in un’inedita coppia mediana fatta di geometrie e velocità. Nelle vesti di costruttore i gioco, il calciatore piemontese si è dimenato nel traffico del centrocampo, regalando anche alcuni numeri tecnici poco consoni al suo ruolo in campo, ma sicuramente da segnalare per la singolarità della sua nuova veste di gioco.

E’ stato solo un esperimento per rimpiazzare temporaneamente un compagno infortunato, ma questa prova da regista mostra la sua estrema duttilità, qualità che non è passata inosservata ad Auteri. Da attaccante a centrocampista, il passo può essere breve se a farlo è Petrilli.


fonte: www.asgnocerina.it (foto Silvio Cuofano – fotografo ufficiale)

Back to top button