Ultime news

Citarella dichiara guerra ai teppisti

Raramente così drastico, segno che certi eventi proprio non li ha graditi. Di ritorno in treno da Milano, dopo aver partecipato all’assemblea di Lega che ha fatto il punto della situazione su statuto e contratto collettivo, Giovanni Citarella parte all’attacco. E chiede che mai più si ripetano episodi teppistici come quello di sabato, ovvero il raid all’autogrill con saccheggiamento. Presidente fin troppo chiaro e netto nell’andare a condannare l’accaduto: «Giudico positivamente il dissociarsi dei gruppi organizzati della tifoseria. Ma è l’unico motivo di conforto. Vorrei usare termini forti nei confronti di chi ha saccheggiato l’autogrill. Parlo di imbecilli e di teppisti, sono i termini giusti secondo me». Citarella non vuole buttare all’aria anni di lavoro: «Ora con la B la risonanza di certi episodi è amplificata. Si rischia seriamente di danneggiare l’immagine di una societá ma soprattutto delle due cittá che questa societá, assieme alla squadra, rappresenta col calcio. Mi appello alla responsabilitá di tutti, in particolare a quella dei tifosi veri della Nocerina» Ecco la proposta lanciata: «Per le prossime trasferte, chiederò ai gruppi organizzati di garantirle mediante la presenza di una loro rappresentanza sui pullman. La prefettura mi ha espressamente chiesto di proseguire con la collaborazione fattiva che c’è stata in questi anni. Ed allora io chiedo la collaborazione degli stessi tifosi per isolare e sconfiggere chi si macchia di episodi negativi al massimo». Altro problema da esaminare, stavolta organizzativo. L’effetto tornelli contro il Foggia ha funzionato su scala 6000 presenze circa. Martedì 30 col Brescia, esordio casalingo in notturna: nessun spostamento d’orario in concomitanza col recital di Proietti nei pressi, la prefettura non ha ravvisato problematiche di ordine pubblico dopo aver esaminato la situazione. Si prevede il pienone e quindi c’è da prendere nota: «Allo stadio almeno un’ora e mezza prima. Cancelli non se ne aprono, si passa tutti per i tornelli. Se si formano file intasate, si entra a partita iniziata. E per quel che riguarda le trasferte, ricordo sempre la necessitá della tessera del tifoso e del biglietto da fare fino alle sette di sera del giorno prima. Recarsi in trasferta senza biglietto va evitato in maniera assoluta». Ad un paio di giorni della chiusura della campagna abbonamenti, Citarella invece preferisce non commentare le cifre, di sicuro al di sotto delle 1000 sottoscrizioni: «Su questo non parlo più, tireremo le somme il 25 sera, raccoglieremo la quantitá di fiducia che la gente ha ritenuto opportuno concederci». E visto che si parla di Lega e di societá, c’è l’organigramma ufficiale girato a Milano, cioè ad Abodi. Adriano Bellacosa è a tutti gli effetti il presidente onorario. Giovanni Citarella ed il fratello Christian formano il tandem di presidenza. L’amministratore unico è Alfonso Faiella. Seguono Ivano Pastore, Pino Iodice, Serena Canale, Simona Di Carlo, Mattia Giachello e Luigi Caputo per direzione sportiva, segreteria, comunicazione e marketing.


fonte: Marco Mattiello, La Città ( Foto Ciro Pisani)

Back to top button