Ultime news

“L’alfabeto della B”: Bari e Brescia

Seconda puntata del viaggio di avvicinamento di ForzaNocerina.it al campionato cadetto, che vedrà ai nastri di partenza la Nocerina dopo ben 33 anni. Oggi scopriamo come due retrocesse dalla seria A si sono attrezzate per il campionato che prenderà il via tra venticinque giorni. E’ il turno di Bari e Brescia.

 

Bari: Reduce dalla retrocessione dell’anno scorso, ed alle prese con qualche problema societario, la squadra pugliese si presenta in ogni caso ai primi posti della griglia di partenza di questo torneo di serie B.

La società dell’eterno Matarrese ha affidato la panchina al debuttante Vincenzo Torrente che, dopo la trionfale e sorprendente cavalcata di Gubbio, sarà alle prese con una sfida ben più difficile anche, e forse soprattutto, da un punto di vista ambientale.

In questa prima fase di calciomercato sono state cedute le due bandiere della squadra, ovvero il belga Gillet e il forte difensore Andrea Masiello, ma la rosa vanta ancora calciatori del calibro di Donati, Gazzi, Kutuzov, Rivas, Ghezzal.

Come si può intuire dai nomi citati il reparto offensivo è più che soddisfacente, cosa che aggrada il tecnico salernitano fautore di una calcio d’attacco e spettacolare, ma qualche dubbio lo si nutre sull’amalgama della fase difensiva, che è cambiata in quasi tutti i suoi componenti.

L’obiettivo minimo per i galletti non può essere che la zona play off, anche per riconquistare la fiducia di un pubblico caldo e passionale come quello biancorosso.

 

Brescia:  Altra squadra reduce da un’amara retrocessione dalla serie A ed altro debuttante per la categoria, ovvero Giuseppe Scienza, catapultato dall’esperienza di Viareggio alla guida di una squadra che vuole giocarsi tutte le sue chance di promozione.

Le rondinelle, nonostante le rinunce quasi obbligate per questioni di budget a calciatori importanti come Diamanti e Caracciolo (che però è ancora oggi un tesserato lombardo) mantiene tuttora una rosa di tutto rispetto che può, anzi deve, quanto meno puntare a raggiungere la zona play off.

Infatti fanno ancora parte dei biancoblù i vari Arcari, Zimbelli, Zoboli, Dallamano, Budel e Cordova.

Se dovesse andar via Caracciolo (cosa probabile) necessita un importante intervento in attacco per affiancare un calciatore importante all’acerbo brasiliano Jonathas e/o all’ungherese Feczesin.   


Ciro Eboli, ForzaNocerina.it  

Back to top button