Ultime news

“L’alfabeto della B”: Empoli e Grosseto

Nuova puntata de “l’alfabeto della B”. Oggi la redazione di ForzaNocerina.it va alla scoperta dell’Empoli di Aglietti e del Grosseto dell’ex Siracusa Ugolotti, due squadre che non nascondono obiettivi ambiziosi.

 

Empoli: La squadra toscana si appresta a disputare il suo “classico” campionato di serie B, ovvero brillante e con l’idea di non tirarsi indietro di fronte a possibili inserimenti in discorsi play-off.

Viene portato avanti il progetto tecnico di mr. Alfredo Aglietti, che può contare sul classico “colpo da 90”  di mercato, il ritorno del bomber Francesco Tavano, che cerca nuovi stimoli proprio ove ha avuto inizio la sua importante carriera. A fargli compagnia nel reparto avanzato ci sono l’eclettico Coralli, il roccioso anche se ancora acerbo Mchedlidze e Dumitru, anche lui di rientro ad Empoli per trovare un pronto rilancio dopo la parentesi di Napoli.

Negli altri reparti spiccano le presenze in difesa del capitano Stovini e a centrocampo dell’eterno Buscè, oltre ai vari Marzoratti, Gorzegno, Moro e Musacci.

 

Grosseto:  La squadra di patron Camilli si appresta a vivere la sua quinta stagione consecutiva in cadetteria. Dopo la caotica gestione dell’anno passato, in cui il vulcanico presidente ha cambiato ben tre trainer (nell’ordine Apolloni, Serena e Moriero), quest’anno la panchina è stata affidata a Guido Ugolotti, reduce dall’ottima esperienza di Siracusa.

La rosa, come al solito, è competitiva ben più della semplice salvezza; infatti, sebbene l’anno scorso la permanenza in seconda serie sia stata acquisita solo alla penultima giornata, l’ossatura della squadra è rimasta quasi inalterata nei suoi elementi più rappresentativi con le conferme dei vari Petras e Bruscagnini in difesa, Consonni, Allegretti e Caridi a centrocampo, dell’ariete Sforzini e del sempre pungente Soncin in attacco.

All’attacco è stato aggiunto il talento, non espresso ancora del tutto nelle sue potenzialità, di Arturo Lupoli, mentre a centrocampo mister Ugolotti ha portato con sé da Siracusa la quantità e la qualità di Antonio Mancino.

Conoscendo l’ambizione di Camilli c’è da attendersi, verosimilmente verso la fine del mercato, ancora qualche movimento in entrata per permettere alla sua squadra di poter competere per tentare l’accesso ai play off.

 

Ciro Eboli, ForzaNocerina.it

Back to top button