Ultime news

Pea: ”Nocerina gruppo affiatato, ma attenzione al mio Sassuolo”

Via che si parte. Con un entusiasmo ritrovato, con la voglia di stupire quando i fari sono ancora spenti. Dietro le quinte, per lasciare tutti a bocca aperta. E’ l’obbiettivo del Sassuolo, per dirla alla Fulvio Pea quello di sorprendere. Se stessi in primis e poi gli avversari. Una sorta di anno zero, per cancellare come un colpo di spugna sulla lavagna, sia le gioie tante delle annate scorse, che i tonfi, in sostanza l’ultima stagione. Effetto sorpresa insomma; a presso se lo porta anche la Nocerina. Dalla Prima Divisione accompagnati dal classico venti in poppa della neopromossa, i campani planeranno sul “Braglia” con mente liberissima. Fattore non da poco, e la B degli ultimi due campionati lo insegna. Cesena prima e Novara poi, dalla vecchia C1 alla A in soli ventiquattro mesi: flash che non si scordano in un attimo Conoscenza ed amalgama, caratteristiche che danno un piccolissimo vantaggio ai rossoneri. Fulvio Pea lo sa e di conseguenza alza la sua personale guardia. ”Effettivamente loro partono con il vantaggio di conoscersi, sono bene o mali gli stesi che hanno vinto la Prima Divisione – spiega il tecnico neroverde  – mentre noi stiamo cercando di ovviare con tanti allenamenti e con tanto tanto impegno”, quello di un gruppo che Pea ha sin da subito apprezzato. ”Ai miei giocatori mi sono affezionato, ho una rosa importante a disposizione. Il mercato? E’ normale che la società interviene e fa le proprie scelte se lo ritiene opportuno. Il nostro direttore (Bonato ndr) conosce molto bene questo gruppo, sa pregi e difetti ed è sempre attentissimo e preparatissimo su quel che riguarda le situazioni di mercato”, mercato che prima del 31 agosto dovrebbe regalargli sia Lino Marzoratti che Francesco Signori. Nel frattempo, si fa con i diciotto convocati, e con un undici già deciso, ”dubbi non ce ne sono, anche perché ci siamo allenati bene durante la settimana e siamo riusciti a recuperare le fatiche dopo i 120′ di Coppa”.

 

Andrea Melli, L’Informazione di Modena

Back to top button