Ultime news

La Nocerina al San Nicola per sfatare il tabù Bari

NOCERA INFERIORE. Quinta giornata di campionato, la Nocerina fa visita ad un’altra grande in cerca di risposte. Dopo il Livorno di Novellino è la volta del Bari di mister Torrente, lontanissimo ex rossonero e fresco avversario nella finale di Supercoppa di Lega Pro. Il Bari è reduce da due sconfitte consecutive e da oltre un anno non vince davanti al pubblico amico. Un’eternità che sta a rimarcare quanto sia stata dolorosa la retrocessione dalla Serie A.

Auteri è alle prese con una difesa tutta da inventare, mancheranno De Franco e Pomante. Dagli allenamenti settimanali sembra che il mister di Floridia sia orientato a mantenere il classico 3 4 3 e schierare Filosa e Nigro in luogo dei due assenti. Per il difensore napoletano sarebbe il ritorno in campionato dopo quasi un anno di assenza e l’esordio in Serie B. In bocca al lupo, se lo merita.

Al centro del campo dovrebbe tornare Alessandro Bruno, nonostante l’impegno di chi l’ha sostituito, la Nocerina è di un’altra pasta quando il centrocampista sannita è della partita. E’ probabile che sarà proprio a centrocampo che la Nocerina dovrà sostenere l’urto dei galletti. Calciatori come Bogliacino e De Falco sono un lusso per la categoria. In avanti Torrente sembra intenzionato a fare a meno di Marotta, ex Lucchese, a lungo in predicato di vestire la maglia rossonera. Di fianco al fortissimo De Paula dovrebbero giostrare Rivas e Defendi.

Torrente ha dichiarato che si aspetta una Nocerina tutta difesa e ripartenze veloci. Sappiamo che non sarà così, non è nel dna dei molossi che proveranno a fare la partita anche al San Nicola, dove non hanno mai vinto. Otto le sfide con i baresi, ed il bottino dice tre pareggi e cinque sconfitte.

La Nocerina di Auteri ci abituato a grandi scatti d’orgoglio dopo prestazioni opache, è stato così lo scorso anno,  è stato così quest’anno dopo Modena. La gara con l’Ascoli è stata sfortunata per certi versi, interpretata male per altri. Al San Nicola si vedranno undici Molossi, seguiti da più di mille tifosi, vada come vada, di più non si può chiedere a questo gruppo eccezionale.

 

Fabio Pagano, ForzaNocerina.it

Back to top button