Ultime news

La truppa di Auteri ritorna a lavoro

NOCERA INFERIORE. Reduce dalla sconfitta casalinga con l’Ascoli la Nocerina si è ritrovata questo pomeriggio allo stadio San Francesco per iniziare la preparazione in vista della difficile trasferta di Bari. Contro i Marchigiani i rossoneri hanno fatto qualche passo indietro rispetto ai notevoli progressi mostrati a Livorno. Soliti errori, disimpegni errati, passaggi sbagliati hanno caratterizzato buona parte del match dei molossi, il primo tempo in pratica è stato in mano ai bianconeri che hanno capitalizzato al massimo l’unica conclusione nella porta difesa da Gori, nettamente meglio la ripresa dove i molossi avrebbero meritato sicuramente il pari. A complicare i piani di Auteri anche la sfortuna, visti gli infortuni occorsi a De Franco e Pomante nei primi minuti di gioco che hanno costretto il tecnico siciliano a due sostituzioni forzate e ad inventarsi in pratica la difesa. A ciò si deve aggiungere lo stop forzato di Bruno complice una ricaduta all’infortunio muscolare, forse dovuta al recupero troppo affrettato. Da tutto questo emerge un dato molto chiaro, le chances di salvezza di Castaldo e compagni sono legate alle prestazioni che devono essere sempre al massimo e alla rosa che deve essere sempre al completo. Il responso di queste prime quattro giornate, tuttavia, può essere lusinghiero, classifica alla mano la Nocerina è la migliore delle neo promosse, con una media di un punto a gara il ruolino di marcia è molto vicino a quello della salvezza che, presumibilmente, si attesta intorno ai 50 punti. Auteri ha diretto una corposa seduta atletica alla quale ha preso parte anche Bruno che, però, ha terminato prima della fine a scopo precauzionale. Si allenato col gruppo anche Petrilli, calciatore al momento tenuto in stand by, ma che potrebbe tornare utile alla causa rossonera sia per la sua duttilità tattica, sia per l’esperienza in cadetteria maturata tra le fila del Crotone. Naturalmente erano assenti De Franco e Pomante, nei prossimi giorni si valuteranno i tempi di recupero anche se lo staff medico è apparso più ottimista rispetto all’immediatezza del verificarsi degli infortuni.

 

Roberto Errante,ForzaNocerina.it

Back to top button