Ultime news

Negro, la caviglia è ok

NOCERA SUPERIORE. Si è regolarmente allenato anche Maikol Negro questo pomeriggio, e se qualcuno aveva ancora qualche dubbio in merito al suo stato di forma dopo la botta alla caviglia rimediata sul finire della seduta di ieri, è stato prontamente smentito dall’attaccante rossonero che ha preso parte anche alla partitella a metà campo che Auteri ha fatto disputare ai suoi prima del rompete le righe. Scatti, dribbling, tiri, insomma il solito Negro, abile e arruolabile, quindi, per la gara di sabato contro l’Ascoli. È stata una seduta di allenamento prevalentemente tattica quella odierna. Gli schemi dell’ormai collaudato 3-4-3 ripetuti fino alla noia, per ridurre al minimo il margine di errore. Livorno ha dimostrato che una Nocerina attenta e determinata può giocarsela alla pari con tutti, contro l’Ascoli occorrerà scendere in campo con lo stesso atteggiamento. Lo sa bene Gaetano Auteri che ha curato, come sempre, con la solita attenzione, anche il più insignificante dei dettagli. I marchigiani, nonostante il meno in classifica, sono squadra da non sottovalutare, anche se per la sfida del San Francesco Castori dovrà fare i conti con assenze importanti, su tutte quelle di Sbaffo e Ciofani. Il primo ha riportato una distorsione al ginocchio e sicuramente non sarà della partita, il  secondo ha il setto nasale fratturato e si sta allenando con una speciale maschera protettiva e ha qualche chance in più di scendere in campo. Altro bianconero in dubbio è il difensore Andjelkovic, problemi al ginocchio anche per lui, che sarà valutato nel pre-partita. Di sicuro non ci saranno i nazionali Parfait e Beretta. Nei prossimi giorni Castori lavorerà al suo 4-3-3. Se Ciofani non dovesse farcela è pronto l’ultimo arrivato Juri Tamburini, toccher invece a Peccarisi sostituire Andjelkovic in difesa. A centrocampo Vitiello dovrebbe prendere il posto di Sbaffo. In attacco Romeo per Beretta. A meno di novità, la Nocerina risponderà con lo stesso undici che è sceso in campo al Picchi. Preoccupano solo le condizioni di Bruno che ha lavorato a parte anche oggi. Il tempo per valutare e decidere fortunatamente gioca a favore del tecnico di Floridia. Al momento l’unica certezza è che la caccia ai primi tre punti tra le mura amiche è ufficialmente iniziata, Ascoli permettendo naturalmente, che di sicuro non verrà al San Francesco a fare passerella. Siamo appena alla quarta di campionato, ma i bianconeri possono essere a giusta ragione considerati una diretta concorrente dei molossi alla salvezza, la sfida si annuncia, quindi, molto accesa.

 

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it

Back to top button