Ultime news

Nigro: “a Bari sarà battaglia”

È il jolly di mister Auteri, capace di ricoprire ogni ruolo tra centrocampo e difesa: Alessandro Nigro anche quest’anno si candida ad un ruolo di primo piano in casa rossonera grazie alla sua duttilità: “sono sempre disponibile ad adattarmi a qualunque situazione,” ha dichiarato il difensore rossonero alla ripresa degli allenamenti, “se il mister mi impiega in ogni posizione del campo vuol dire che ha fiducia in me e questo mi fa piacere; io sono pronto per ogni evenienza anche se preferisco giocare nel mio ruolo, quello di centrale difensivo.” Un ruolo coperto bene contro l’Ascoli, a prescindere dall’indecisione sulla rete di Papa Waigo: “probabilmente ho pagato lo scotto di essere entrato a freddo, senza riscaldamento,” spiega Nigro, “due minuti dopo il mio ingresso mi sono trovato di fronte un calciatore così rapido e veloce e purtroppo è arrivato il gol; comunque sono abbastanza soddisfatto della prestazione: ci ha detto male ma speriamo di poter pareggiare i conti con la sfortuna a Bari.” Al San Nicola Nigro sarà titolare: “sarà una battaglia,” spiega ancora Nigro, “loro arrivano da due sconfitte e sicuramente contro di noi vorranno fare bottino pieno; noi ci metteremo la grinta e la determinazione necessaria anche perché nel campionato di Serie B, come abbiamo visto in queste giornate, il fattore campo conta relativamente.”
Persi Pomante e De Franco, quasi recuperato Bruno, sicuramente in perfette condizioni Negro, che aveva terminato la sfida contro l’Ascoli con una vistosa fasciatura alla caviglia: “partita dopo partita sto trovando la condizione giusta,” conferma il bomber rossonero, “finora è mancato il gol ma sto giocando per la prestazione e non per la rete: contro l’Ascoli ci sono andato vicino ma sono sicuro che con prestazioni del genere prima o poi riuscirò a sbloccarmi.” La rete annullata, però, è ancora viva nella mente dell’attaccante salentino: “mi sono arrabbiato soprattutto per il punto perso,” spiega Negro, “con quella rete noi avremmo un punto in più e l’Ascoli due punti in meno, differenze che possono pesare nella corsa verso la salvezza.” Ma anche per Negro la mente va già alla sfida contro l’undici di Torrente: “sarà sicuramente una bella partita,” spiega Negro, “loro arrivano da due sconfitte ed avranno dalla loro il pubblico che li spingerà al successo; noi giocheremo la nostra gara con la consapevolezza che la Serie B è differente dalla Lega Pro: basta un solo errore, come accaduto contro l’Ascoli, e gli avversari ti castigano.”
Filippo Attianese

 

Back to top button