Ultime news

Sassuolo al comando in attesa del big match tra Torino e Brescia

Dopo cinque giornate, in attesa del posticipo tra Torino e Brescia, la serie B ha trovato una nuova capolista: il Sassuolo. La formazione emiliana nel primo scorcio di campionato è andata oltre le più rosee previsioni e sabato ha battuto ha domicilio l’Ascoli per una rete a zero. Decisiva la rete di Masucci a un quarto d’ora dalla fine. L’Ascoli, dopo aver annullato la  penalizzazione, non riesce a cogliere i primi punti del suo campionato restando inchiodato a quota zero.

Alle spalle del Sassuolo c’è il Padova, che nell’anticipo di venerdì contro il Verona ha colto un punto importante. Derby al cardiopalma che si conclude sul punteggio di due a due. La formazione di Mandorlini (espulso) passa due volte in vantaggio, prima con Russo, poi con D’Alessandro ma si fa raggiungere in entrambe le circostanze dall’undici di Dal Canto (Cutolo e Cacia i marcatori). Secondo pareggio stagionale per il Padova, che non ha mai perso. Il Verona coglie il suo primo pareggio casalingo.

Alle spalle del Padova quattro squadre a quota dieci: Torino, Brescia, Livorno e Reggina. La formazione del presidente Spinelli batte senza particolari patemi d’animo la Juve Stabia. Tre a zero il risultato finale, con tre reti realizzate nella ripresa. Marcatori Dionisi, Salviato e il campione del mondo Barone, che si toglie una bella soddisfazione dopo aver pensato a lungo di abbandonare il calcio giocato. Seconda vittoria consecutiva per il Livorno, che coglie anche il primo successo davanti al proprio pubblico. Notte fonda, invece, per la Juve Stabia. Gli uomini di Braglia non hanno mai vinto in campionato e sono ultimi in compagnia dell’Ascoli.

La Reggina, invece, si impone per quattro reti a due contro il Pescara di Zeman nel big match del sabato. La gara si mette subito in discesa per i calabresi che passano in vantaggio dopo due minuti con uno scatenato Missiroli. Il centrocampista amaranto si ripeterà anche nella ripresa, siglando la rete del tre a zero. A fine primo tempo il giovane Campagnacci realizza il suo quarto gol stagionale. La partita sembra chiusa ma il Pescara riesce a riaprirla, grazie alle reti di Cascione e Maniero. La Reggina chiude i conti con rigore guadagnato e trasformato da Ceravolo. Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Breda, che vanta il miglior attacco del torneo con dodici reti realizzate. Per il Pescara si tratta della seconda sconfitta esterna consecutiva.

Subito dietro, con nove punti, ci sono Sampdoria e Grosseto in compagnia del Pescara.

Proprio i genovesi e i toscani si sono affrontati sabato in una sfida terminata a reti bianche. Tanto rammarico per i blucerchiati che hanno sciupato tanto nella prima frazione e non sono riusciti a scardinare l’attenta retroguardia della formazione di Ugolotti. Pareggio che vale oro per il Grosseto, ancora imbattuto. La Samp, invece, non riesce a fare il bis casalingo dopo il risultato tennistico rifilato al Gubbio.

Nella zona centrale della classifica un terzetto di squadre quota sette: insieme al Verona troviamo Albinoleffe e Cittadella.

La formazione bergamasca è stata sconfitta per due reti a uno sul campo del Varese, nonostante la quinta rete stagionale del capocannoniere Cocco. La squadra di Carbone, infatti, è riuscita a imporsi con un gol per tempo; Neto Pereira nel primo e De Luca nel secondo i marcatori. Prima vittoria stagionale per il Varese, che interrompe una striscia di due sconfitte consecutive. L’Albinoleffe, al contrario, proveniva da tre risultati utili consecutivi.

Vittoria importante anche per il Cittadella, che si impone tra le mura amiche contro il Vicenza per quattro reti a due. Gara assolutamente combattuta, soprattutto nel quarto d’ora finale. Gli ospiti si portano in vantaggio nella prima frazione con Paro. Pareggio del Cittadella al 63′ con Schiavon. Dopo cinque minuti gli ospiti si riportano avanti con il solito Abbruscato. Sembra fatta per i bianco rossi, ma la reazione dei padroni di casa porta alla doppietta di Maah e alla rete di Di Carmine, che fissa il punteggio sul quattro a due. Vittoria importante per il Cittadella, che arrivava da due sconfitte consecutive. Inizio di stagione disastroso per il Vicenza, che nelle prime cinque giornate ha colto un solo misero punto.

A quota cinque c’è il Varese e ci sono Nocerina e Bari che si sono affrontate sabato al “San Nicola”. Uno a uno il risultato finale, con la Nocerina che avrebbe meritato i tre punti per quanto mostrato, soprattutto nella ripresa. A passare in vantaggio è, comunque, il Bari, grazie a Rivas. Il pareggio della Nocerina è di Farias, al secondo centro stagionale. Secondo risultato utile consecutivo per i molossi lontano dal “san Francesco”, dove hanno un’ottima media r

punti. Situazione delicata per il Bari di Torrente, in crisi di gioco e di risultati. Un solo punto nelle ultime tre gare è un bottino davvero troppo esiguo per una squadra che vorrebbe avere un ruolo da protagonista.

Con un punto in meno troviamo il Crotone e il Modena. I pugliesi battono due a uno l’Empoli, grazie alle reti di Pettinari e Ciano. Inutile la rete di Ciccio Tavano, che aveva illuso l’Empoli a inizio gara. Quarto ko consecutivo per l’undici di Aglietti, in piena zona play out. Prima vittoria stagionale per il Crotone.

Il Modena, invece, impatta sull’uno a uno contro il Gubbio di Pecchia. Pareggio costruito nella prima frazione di gioco, grazie alle reti di Lunardini per gli umbri e di De Vitis per gli emiliani.

Tanto rammarico per il Modena che ha vinto una sola volta in campionato. Ottimo, invece, il pareggio per il Gubbio che ottiene il primo punto del suo campionato.


Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button