Ultime news

Auteri: ”felice per i miei ragazzi e per i tifosi”

È arrivato il primo successo interno per la Nocerina di Auteri, sono arrivati tre punti vitali per la classifica dei molossi alla vigilia del turno infrasettimanale. Il tecnico di Floridia non nasconde la propria soddisfazione per la prestazione dei suoi, pur sottolineando qualche errore commesso dai rossoneri nel finale di match: “sono contento per i tre punti,” spiega il tecnico rossonero, “sono contento perché abbiamo vinto in casa, per i nostri tifosi che ancora una volta ci hanno sostenuto ma anche per i ragazzi; per il resto mi fermo al settantesimo minuto perché abbiamo provato a riaprire una partita già chiusa: siamo stati un po’ fessi.” Insomma, anche in una giornata perfetta il tecnico molosso è costretto a sottolineare alcune distrazioni: “l’allenatore deve sempre soffermarsi sugli errori,” prosegue Auteri, ” questi errori hanno un po’ disturbato una giornata per il resto perfetta; abbiamo messo intensità, siamo stati bene in campo ed abbiamo messo dentro anche un po’ di furbizia che ci era mancata nelle altre partite.”
Ora la classifica è meno critica, anche se i molossi non possono certo adagiarsi sugli allori: “non ci dobbiamo far ingannare dai risultati positivi o negativi,” precisa l’allenatore di Floridia, “sappiamo di avere delle qualità e sappiamo di avere una società importante alle spalle ed una tifoseria calda ma il campionato è molto lungo: daremo il massimo per raggiungere il nostro obiettivo.” L’allenatore rossonero spiega anche il mistero relativo a Plasmati: “Plasmati stanotte ha avuto un virus intestinale: nostro malgrado abbiamo dovuto rinunciarci” Infine un commento sulla Sampdoria: “la Samp è una squadra che sta bene in campo, con calciatori di altra categoria,” conclude Auteri, “hanno sofferto i nostri ritmi perché l’intensità che c’è in B è diversa da quella della che c’è in serie A; noi siamo stati bravi a non avere timori ed a confrontarci sempre alla pari con i nostri avversari.”.
Sottolinea gli errori nel finale di match anche Gigi Castaldo, bomber molosso: “contro una squadra del genere non bisogna mai mollare,” spiega l’attaccante rossonero, “rischi di perdere quanto costruito di buono per un calo di concentrazione; per fortuna non è accaduto: la squadra ha creato tanto, come sempre, al di là dei dure rigori.” Accanto a lui c’è Di Maio, giunto a quota quattro reti: “spero che Di Maio possa fare tanti altri gol,” prosegue Castaldo, “questa è una vittoria importante ma da domani dovremo già pensare alla gara di Empoli: sarà una trasferta difficile ma non sarà impossibile raccogliere punti anche in questa partita.” Buona anche la prova di Bolzan, criticato aspramente dal pubblico nelle ultime settimane: “il nostro ambiente è stato maturo nella gestione delle difficoltà di questo inizio di stagione,” spiega l’esterno rossonero, “i malumori ci possono stare quando non riesci a fare risultato in casa ed i fischi sono stati giusti per quelle prestazioni; eravamo certi, però, che li avremmo trasformati in applausi.” In campo si è vista una squadra più concreta: “siamo stati più cinici e smaliziati rispetto alle precedenti uscite,” prosegue Bolzan, “abbiamo riflettuto sui pochi punti raccolti nonostante le belle prestazioni offerte in questo avvio di campionato e siamo riusciti finalmente ad invertire rotta.”
Delusione, ovviamente, in casa blucerchiata; parla il direttore sportivo Sensibile: “è difficile commentare lo spettacolo visto,” precisa il dirigente doriano, “il gruppo dovrà fare un grande sforzo per recuperare le forze fisiche e nervose e ripartire: ciascuno deve prendersi la propria quota di responsabilità; io personalmente mi sento in dovere di porgere le mie scuse alla proprietà ed al poubblico doriano.” Sensibile sembra non credere alla prestazione dei suoi: “devo fare i complimenti alla Nocerina per la gara sfoderata,” prosegue il d.s. blucerchiato, “per noi oggi è stata una sfida non commentabile: credo ci farà bene giocare subito a patto che questa partita sbagliata non ci faccia perdere lucidità; giudicando da questi novanta minuti sembriamo una squadra allo sbando.” Per il momento, comunque, Atzori resta in sella: “l’allenatore è sicuramente responsabile ma le colpe sono di tutti,” conclude Sensibile, “Atzori per ora non è in discussione anche se sarei poco corretto a dire che non ho visto in campo una squadra spaccata in due; mi auguro che il gruppo si renda conto che abbiamo toccato uno dei punti più bassi della nostra storia.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it

Back to top button