Ultime news

Bruno e De Liguori una diga a centrocampo

GORI – 6.5 – L’intervento su Russo al 62′ vale quanto un goal, nulla può sul pareggio del Verona. In generale sempre attento, reattivo e finalmente sicuro.

 

NIGRO – 6  –  Dove non arriva con il fisico sopperisce con l’esperienza, non corre grandi pericoli sul suo lato, eccezion fatta per l’azione del pareggio del Verona quando si fa superare in velocità da Ferrari.

 

DI MAIO – 6 – Tiene la posizione senza soffrire. Qualche sbavatura in fase di disimpegno non macchia una prova tutto sommato positiva. D’Alessandro, che poteva essere un cliente scomodo, non è in giornata

 

POMANTE – 6 – Deve ricorrere spesso alla maniere forti ma tutto sommato se la cava egregiamente considerando che di fronte ha Ferrari che risulta il migliore in campo del Verona.

 

SCALISE – 5,5 – Prova generosa ma poco lucida. Cerca di dare una mano in fase difensiva e si propone troppo poco in avanti, esce stremato.

 

BRUNO – 7 – Forma stasera una coppia insuperabile con De Liguori, quasi ai livelli dell’anno scorso. Pur non accelerando mai, fa si che la Nocerina abbia in mano la partita per 70 minuti abbondanti.

 

DE LIGUORI – 7 – Divide con il compagno di reparto la palma del migliore in campo della Nocerina. E’ ovunque e sbaglia molto meno in fase di impostazione rispetto alle precedenti esibizioni. I duelli con Halfredsson ed Esposito lo vedono uscire sempre vincitore

 

BOLZAN – 5,5 – Come Scalise non riesce a proporsi quasi mai in attacco e quando lo fa sbaglia la misura dei cross. Il Verona, nelle poche proiezioni offensive, cerca sempre sfogo dalle sue parti. In ogni caso, in ripresa rispetto alle ultime esibizioni.

 

CATANIA – 6 – Solita prestazione tatticamente ordinata. Mette in difficoltà il suo dirimpettaio pur senza strafare, spreca una ghiotta occasione nel primo tempo.

 

CASTALDO 6,5 – Generoso al pari di Catania ma sicuramente più incisivo nella manovra rossonera. Come suo solito svaria su tutto il fronte offensivo mettendo in difficoltà la statica difesa scaligera. Realizza in maniera perfetta il calcio di rigore.

 

FARIAS – 7 – Forse esaltato dal Bentegodi, stadio in cui è già stato protagonista, crea spesso e volentieri scompiglio nella difesa veronese. Tutte le sortite offensive dei rossoneri partono dai suoi piedi. Guadagna il calcio di rigore e ha l’unica pecca, come spesso gli capita, di tenere troppo palla in qualche occasione.

 

PLASMATI – s.v. – Qualche sponda e poco altro da segnalare. Pur entrando in un momento difficile per i rossoneri, è lecito attendersi qualcosa in più da lui.

 

DEL PRETE – s.v. – Schierato in una posizione più offensiva del solito; non entra subito in partita. Tanta corsa, poca concretezza.

 

MARSILI – s.v. – Da il cambio ad uno stremato Scalise, un miracolo di Rafael gli nega il goal – beffa all’ultimo giro di lancette


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button