Ultime news

Bruno gigante a centrocampo, Scalise e Bolzan una marcia in più

GORI – 7 – Attento sempre, intervento che testimonia la sua presenza in campo al quarantatreesimo del primo tempo, che lo vede deviare in corner una staffilata di Foggia dal limite dell’area. Da campione l’intervento su Bertani al decimo della ripresa che da solo vale un mezzo voto in più.

 

POMANTE –  7 – Dei tre difensori è quello preposto più degli altri a tenere a bada la fascia destra per aiutare Scalise, il fisico dell’abruzzese fa il resto per giocare sempre in anticipo sugli avanti doriani. Costantemente in anticipo su Maccarone che metà ripresa si arrabbia vistosamente con i compagni. Esce stremato al trentacinquesimo della ripresa dopo una partita esemplare.

                                                                                                                                                                                             

DI MAIO – 7 – Fisico e tanto, per fronteggiare a turno Maccarone e Bertani. Il buon Roberto ci mette del suo per tenerli lontani dall’area di rigore. Tanto per cambiare, timbra il cartellino realizzando il suo quarto sigillo personale di un primo scorcio di stagione eccellente. Seconda frazione di sofferenza e fa niente se Maccarone fa due goal.

 

DE FRANCO – 7-   Stesso discorso per Ciro De Franco che come Di Maio ci mette fisico, cuore e quel pizzico di freschezza in più, essendo al rientro oggi  dopo il lungo infortunio per tenere botta ai più blasonati avversari. Anche per lui ripresa di sofferenza, ma in uno a tutta la squadra fornisce una prova superlativa.

 

SCALISE –  6,5 – Soffre maledettamente le sortite e la qualità di Semioli, il quale ogni qual volta lo punta lo salta sistematicamente creando superiorità numerica. Alla lunga aiutato anche dai centrocampisti e da Pomante, cresce e contribuisce alla splendida prestazione  della Nocerina. Esce per infortunio al ventiquattresimo della ripresa.  

 

BOLZAN –   6,5 – Il cliente odierno è di quelli veramente scomodi, Pasquale Foggia. Dopo i primi minuti giocati da quest’ultimo sulla fascia destra, viene indirizzato da Mr. Atzori a fungere da trequartista e la patata bollente passa di conseguenza ad altri. Oggi però, oltre ad essere molto disciplinato in retroguardia, ha il grosso merito di fornire i due assist per le marcature di Di Maio ed il rigore provocato da Bentivoglio e trasformato da Gigi Castaldo. Ripresa di cuore e qualche spunto ma colpevole, troppo, sul primo goal di Maccarone.

 

DE LIGUORI – 6,5 – Corre  come un ossesso ringhiando e mordendo le caviglie di Palombo e soci. E’ proprio la foga che lo costringerà a saltare la prossima partita per un fallo, ingenuo, su Semioli. Dopo il giallo ha dovuto frenare il suo impeto, ma come gli altri disputa una partita da incorniciare.

 

BRUNO –  7,5 – Solito ricamatore, lanci smarcanti e passaggi filtranti impreziosiscono  la sua prima frazione di gioco. In più ci mette cuore e polmoni che non guastano mai. Preciso, elegante e concreto il migliore in assoluto di questa memorabile giornata anche nella ripresa.

 

FARIAS –  7 – Scorribande come da copione, tanta qualità e sempre pronto a pressare la retroguardia doriana rallentandone le ripartenza palla a terra.  A metà ripresa  si inventa una serpentina in area ligure che costringe al fallo da  rigore Rispoli. Penalty trasformato da Catania per il punto del tre a zero.

 

CASTALDO – 6,5 –  Pronti via limpidissima occasione da goal per l’ariete di Giugliano, che trovatosi solo dinanzi alla porta grazie alla splendida palla servitagli da Farias calcia praticamente in mano a Romero. Sigla il punto del due a zero e fornisce la solita generosissima prestazione. Tiene botta per l’intera partita e al solito, nel momento del bisogno fa salire la squadra facendola rifiatare.

 

CATANIA – 6,5 – Non è una partita semplice come per tutti i suoi compagni, lui ci mette l’anima e qualche spunto di rilievo che imbarazza, e non poco, i difensori liguri. Grande merito per la trasformazione del rigore che chiude di fatto il match.

 

DEL PRETE – 6,5 – Sistematosi a destra nei venti minuti mancanti, bada più a difendere che ad offendere, ovviamente. In un’unica occasione dimostra la sua esplosività e dopo un fantastico uno due con Farias deposita in rete con uno stupendo diagonale il punto del quattro a uno.

 

CATURANO – 6,5 – Ottimo impatto sul match, corre sgomita e quando serve ricorre anche al fallo per guadagnare tempo. Da tenere in considerazione per il futuro.

 

AUTERI –  8  – Le indovina proprio tutte, per larghi tratti la sua squadra prende letteralmente a pallonate la Sampdoria. Probabilmente la prestazione  della ” SUA” Nocerina esonera di fatto  Mr. Atzori.

Lorenzo Orefice,ForzaNocerina.it

Back to top button

Disabilita il blocco

ForzaNocerina.it è un sito gratuito e si sostiene grazie alle pubblicità. Ti chiediamo di disabilitare il tuo ADS Block per poter continuare la navigazione