Ultime news

Continua la fuga del Toro, stenta la Samp

Torino, sempre più capolista indiscussa. La squadra di Ventura, ha battuto tre a uno a domicilio il Verona, grazie alle reti di Bianchi, Sgrigna ed Ebagua. Inutile per i veneti il gol del momentaneo due a uno siglato da Abbate. Una vittoria pesante su un campo difficile per la squadra granata, che mantiene inalterato il suo distacco dalle inseguitrici. Quinta vittoria consecutiva fuori casa per la formazione piemontese che, paradossalmente, ha conquistato più punti in trasferta che in casa. Il Verona nella doppia sfida interna conquista un solo punto.

Alle spalle del Toro, con tre punti di ritardo, c’è il Padova che batte due a uno il Brescia nel big match di sabato sera. Mattatore di giornata Cutolo, autore di una meravigliosa doppietta. Inutile per le rondinelle la rete del momentaneo pareggio messa a segno da Jonatas. Quarto successo interno consecutivo per gli uomini di Dal Canto che, tra le mura amiche, sono la squadra ad aver conquistato il maggior numero di punti insieme al Pescara. Per il Brescia solo due punti nelle ultime tre gare. Terza forza del campionato è il Sassuolo, che coglie un ottimo pareggio a “Marassi”, contro la Sampdoria. Ottima gara disputata dall’undici di Pea, passato in vantaggio grazie a una rete di Marchi al 17’del primo tempo. I padroni di casa faticano a trovare il bandolo della matassa, ma riescono a pervenire al pareggio grazie a uno sfortunatissimo autogol di Pomini a dieci minuti dalla fine. Secondo uno a uno consecutivo per il Sassuolo, che in trasferta ha perso una sola volta. Continua il momento no casalingo per la Samp, che nelle ultime tre gare ha conquistato solo due punti. I blucerchiati non vincono in casa dalla terza giornata.

A quota sedici, insieme al Brescia, c’è il Pescara che batte uno a zero il Cittadella nel primo anticipo del sabato. Senza Insigne convocato in nazionale under 21 l’undici abruzzese coglie i tre punti grazie a una rete di Sansovini al 12’della ripresa. Quarto successo interno consecutivo per gli uomini di Zeman, che nelle ultime due gare hanno ottenuto quattro punti. Il Cittadella, invece, lontano dal “Tombolato” ha conquistato un solo punto (pareggio per uno a uno sul campo del Torino).

A quota quindici c’è il Livorno, che ottiene la vittoria più larga della giornata. Quattro a zero sul campo dell’Albinoleffe, grazie alle reti di Piccolo, Schiattarella e alla doppietta di Belingheri. La seconda squadra di Bergamo, dopo l’exploit di mercoledì sera contro il Padova, non è riuscita proprio a entrare in partita al cospetto di un avversario che ottiene il suo terzo successo esterno in stagione.   

Con quattordici punti, a pari merito con la Sampdoria, ci sono Reggina, Bari e Grosseto. Le prime due si sono affrontate nel posticipo serale. Tre a uno il punteggio a favore dei calabresi, grazie a una doppietta dell’ex Salernitana Ragusa e a una rete di Rizzato. Inutile la rete del momentaneo pareggio dei pugliesi siglata da Marotta, al terzo gol stagionale. Una sconfitta pesante per la squadra di Torrente, che interrompe una striscia positiva che durava da quattro turni. La Reggina, invece, conquista il suo terzo successo interno stagionale.

Il Grosseto pareggia malamente in casa contro il Vicenza. Gara dominata dai padroni di casa, che trovano sulla loro strada un Frison in giornata di grazia, bravo anche a ipnotizzare Caridi dal dischetto a tempo ormai scaduto. Marcatori di giornata sono Sforzini per il Grosseto, al quarto sigillo in campionato e Abbruscato, altro attaccante abbastanza prolifico. Secondo pareggio interno consecutivo per il Grosseto, in lieve calo dopo un inizio spumeggiante. Il Vicenza conquista il secondo pareggio esterno in campionato.

A quota dodici, insieme al Verona, ci sono Juve Stabia e Varese. Le vespe battono anche l’Ascoli e colgono la quarta vittoria consecutiva. Gara dominata dai locali, che passano in vantaggio grazie all’ex Foggia Sau. Raddoppio messo a segno da Mbakogu, al termine di una meravigliosa azione personale. Gol della bandiera ascolano siglato da Soncin. Nei minuti di recupero Erpen sciupa un calcio di rigore spedendo la sfera sulla traversa. L’Ascoli è in profonda crisi ed è sempre più fanalino di coda della classifica.

Il Varese, invece, sembra rinato dopo l’arrivo di Maran. Il nuovo tecnico dei lombardi coglie il secondo successo esterno consecutivo. Vittima di turno l’Empoli, che annaspa nelle zone basse della graduatoria. Ospiti subito padroni della partita e in vantaggio al quarto d’ora grazie a Martinetti. Il pareggio dei toscani arriva dodici minuti dopo, grazie a Buscè. Quando la partita sembra essersi incanalata sui binari dell’equilibrio ci pensa Cellini a regalare il successo ai suoi.

A quota otto c’è la Nocerina che perde lo scontro salvezza contro il Gubbio. Gara dominata in lungo e in largo dalla squadra di Auteri, che fallisce un calcio di rigore e almeno tre nitide palle gol. I padroni di casa, dal canto loro, colpiscono nelle uniche azioni prodotte con Ciofani e Ragatzu. A segno per la Nocerina capitan De Liguori, con un meraviglioso tiro a volo dal limite dell’area che, con tutta probabilità, gli vale la palma come miglior gol della giornata.

Prima vittoria del Gubbio, che è in serie positiva da cinque turni. La Nocerina, al contrario, perde la seconda gara consecutiva.

A quota sei ci sono Crotone e Modena, che si sono affrontate in un altro scontro salvezza. Uno a uno il risultato finale, con il  Crotone che avrebbe meritato l’intera posta in palio. Protagonista della giornata sia in positivo che in negativo il centrocampista dei calabresi Eramo, che prima porta in vantaggio i suoi con un preciso colpo di testa, poi trafigge il proprio portiere con uno sfortunato retropassaggio.

Secondo pareggio stagionale per il Crotone, che ha bisogno di uno scossone per allontanarsi dalle zone calde di classifica. Identico discorso per il Modena, che colleziona il terzo uno a uno consecutivo tra le mura amiche. 


Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button