Ultime news

Nocerina: si ferma anche Bolzan

Ancora il collare ortopedico a fasciare il collo, brutto ricordo dell’infortunio patito durante il secondo tempo di Gubbio, Marco Pomante tiene in ansia la Nocerina. Il difensore ex Pescara, questo pomeriggio, ha lavorato ancora a parte agli ordini dello staff sanitario rossonero. La possibilità di averlo in campo nella delicata sfida di sabato contro il Modena si affievolisce con il passare dei giorni, tra domani e venerdì si proverà a forzare leggermente i ritmi per capire se Auteri potrà contare o meno sul difensore di Atri. Se Pomante non dovesse farcela, con Alcibiade unica alternativa e Filosa e De Franco fermi ai box per infortunio, non è da escludere il tanto invocato cambio di modulo. Il 4-3-3 provato questo pomeriggio nell’accesissima partitella a metà campo di fine allenamento potrebbe essere più di un’indicazione. Scambi veloci per esercitare il pressing e il possesso palla, con Del Prete, Nigro, Di Maio e Bolzan a comporre il pacchetto arretrato davanti a Russo, dei calciatori in casaccia gialla.  Bruno, De Liguori e Nitride a centrocampo e Farias, Castaldo e Catania in attacco a completare l’undici. In bianco Gori, Scalise, Alcibiade, Donnarumma, Pepe, Sacilotto, Marsili, Gherardi, Caturano, Plasmati, Petrilli. Con il gruppo si è allenato anche Giovanni Cavallaro che sta continuando il programma di recupero dopo l’infortunio all’anca. Ha lavorato ancora a parte Maikol Negro, si spera di rivederlo in campo contro la Samp. Conclusione anticipata dell’allenamento per Manuel Scalise, richiamato duramente dal tecnico Auteri che ha poi pensato di spedirlo anzitempo sotto la doccia; timore, invece, per Bolzan: l’esterno sinistro è uscito dal campo zoppicante con una vistosa borsa del ghiaccio sulla caviglia sinistra, dopo uno scontro fortuito con Plasmati; da valutare le sue condizioni. Nota di colore a margine: Auteri ne ha avute anche per la ditta che si occupa di curare il manto erboso dello Stadio San Francesco, rimproverata per lo stato del prato a tre giorni dalla sfida contro il Modena.

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it

Back to top button