Ultime news

Breda: «Auteri ottimo tecnico, dobbiamo sfruttare i loro punti deboli»

Roberto Breda, ai microfoni di Radio Touring, ha parlato del momento della Reggina e dell’imminente match con la Nocerina, soffermandosi anche sulle condizioni di capitan Bonazzoli.

 

CROTONE – «Mi sento responsabile perché sono io che determino le scelte. La gara con il Crotone non mi è piaciuta come sviluppo e come lettura delle situazioni. E’ la partita più brutta che abbiamo fatto, ma può starci nell’arco di un periodo in cui si è speso abbastanza. Abbiamo avuto poca lucidità. Non penso abbia influito la sconfitta col Torino. Ha influito più che altro un periodo di appagamento, che non ci ha permesso di essere determinati come le altre volte».

 

SOSTITUZIONI – «Non penso che i cambi siano così determinanti nel calcio, nemmeno quando sembra che tu faccia la differenza perché inserisci uno che fa gol. Sono importanti, ma non penso possano cambiare le partite in corsa. Credo molto in chi sta in campo. Un cambio può mettere freschezza e caratteristiche diverse, ma fino a un certo punto: è una componente, ma non è l’unica e non è la principale».

 

ATTACCO – «Per me Emiliano è un giocatore importantissimo e voglio farlo rendere al massimo e recuperarlo. Se non gli do fiducia sul campo, com’è che lo recupero? Ragusa e Ceravolo sono due giocatori molto esplosivi, hanno giocato tantissimo e speso molto, perché è gente che scatta in continuazione. Non avevano le gambe per i 90′. Parlo nello specifico di Ragusa».

 

NOCERINA – «Auteri è un ottimo tecnico, la squadra ha un’identità ben marcata. Rispetto alla scorsa stagione son rimasti tutti tranne un attaccante nuovo, Farias. Hanno idee collaudate, sincronismi che si vedono. Logico che tutte le squadre hanno punti di forza e punti deboli. Dobbiamo essere bravi a sfruttare i loro e a ricreare una certa nostra identità un pochino più marcata».

 

ORARIO – «Si gioca alle 12.30, due anni fa con la Reggina abbiamo giocato due partite a quell’ora. Il problema è mangiar la pasta alle 9 di mattina (ride, ndr) ma quando si sa che bisogna farlo…».


fonte: www.tuttoreggina.com

Back to top button