Ultime news

Posticipo: finisce 1-1 tra Vicenza e Pescara

VICENZA – Finisce in parità la gara giocata tra Vicenza e Pescara con i padroni di casa in vantaggio al 9′ con la rete firmata da Paro su calcio di punizione e il pareggio di Soddimo a tre minuti dallo scadere e con la squadra abruzzese in inferiorità numerica. Orario insolito per una partita di calcio che ha inizio alle 12,30 quale posticipo della 17° giornata di serie B.

Partita iniziata con leggero ritardo perché Cagni deve compiere una modifica alla formazione all’ultimo istante poiché Bastrini accusa problemi di digestione e viene rilevato da Zanchi. Gara che entra subito nel vivo con azioni rapide e avvio veloce da parte del Vicenza che appare molto determinato mentre il Pescara soffre abbastanza in difesa. Al 7′ si fa pericoloso ancora il Vicenza con una azione di calcio d’angolo, sulla traiettoria interviene Gavazzi che devia di testa verso la porta ma il portiere del Pescara Anania respinge in angolo. Al 16′ azione insidiosa del Pescara con Insigne che da centro area manda la palla di poco fuori alla sinistra di Frison. Ancora un errore grave dell’arbitro che non punisce un fallo di mano evidente del pescarese Sansovini e subito dopo invece ammonisce il vicentino Botta per un lieve fallo di gioco.

Grande occasione del Vicenza al 24′ con una azione costruita da Abbruscato che va via sulla fascia destra mandando al centro per Botta che calcia al volo da favorevole occasioni costringendo Anania alla respinta con il corpo, poi sulla respinta interviene Gavazzi che si scontra con l’estremo difensore. Nella circostanza Anania, il portiere del Pescara, riceve un colpo allo stomaco ma dopo le cure dei sanitari si riprende prontamente. Comincia a rendersi intraprendente anche il Pescara che ha una buona opportunità al 29′ con Sansovini che fallisce una clamorosa occasione, dalla destra appena entrato in area spedisce il pallone oltre la traversa. Quindi è Soligo, sull’azione successiva, con un colpo di testa a creare qualche preoccupazione alla retroguardia del Pescara.

Il Vicenza è passato in vantaggio il Vicenza al 9′ con Paro che è riuscito a trasformare in modo delizioso un calcio di punizione dal limite, concretizzando così la superiorità della squadra di Cagni. Proteste per nulla giustificate da parte dei giocatori del Pescara in occasione del gol: ritenevano che la punizione dovesse essere battuta in due tempi ma l’indicazione dell’arbitro, però, era stata chiara e per questo c’è stato il tiro direttamente a rete da parte di Paro per il gol del vantaggio. Subito dopo la realizzazione, Cagni ha richiamato in panchina l’attaccante Bariti inserendo il centrocampista Mustacchio.

Pescara in inferiorità numerica dal 18′ per l’espulsione di Togni, resosi protagonista di un fallo da dietro ai danni di Gavazzi. Al 23′ Zeman effettua tre sostituzioni tutte assieme togliendo dal campo Sansovini, Gessa e Zanon inserendo ai rispettivi posti Petterina, Soddimo e Verratti.

Partita che rimane sempre bella, veloce, emozionante, tra due squadre che si fronteggiano a viso aperto. Il Pescara appare rassegnato alla sconfitta ma proprio nel finale arriva il pareggio firmato da Soddimo che conclude un’azione personale portata avanti sulla sinistra dove trova ampi spazi per inserirsi e sferrare il tiro del definitivo pareggio. Resta il rammarico per il Vicenza di non avere saputo amministrare il vantaggio nonostante la superiorità numerica.

 

fonte e foto: www.vicenzapiu.com

Back to top button