Ultime news

Auteri: ”chi dissente resti a casa”

Clima elettrico in casa rossonera, anche dopo un’amichevole di fine Dicembre. La contestazione del pubblico per la sconfitta contro il Sorrento non è andata giù al tecnico Auteri che, dopo aver affrontato a muso duro i tifosi assiepati in tribuna, ha rincarato la dose in sala stampa: “vedo un ambiente che non mi piace,” ha dichiarato il tecnico al termine del match contro i costieri, “ci sono alcuni tifosi che non vogliono il bene della Nocerina; si sottolinea ogni errore di gente come De Liguori e Castaldo, che hanno dato e continuano a dare l’anima: questo non è accettabile, qui ci sono uomini veri, attaccati alla maglia che possono anche sbagliare ma non vanno contestati, chi dissente può rimanere a casa.” Insomma è il clima che non piace all’allenatore di Floridia: “è colpa di tante stupidaggini che si scrivono,” prosegue il tecnico rossonero, “si crea un clima ostile: mi piacerebbe che diventassi io il bersaglio numero uno ma non i miei ragazzi: non è accettabile una contestazione al termine di una partita amichevole fatta dopo sette giorni di lavori, dopo quasi sei chilometri di lavoro aerobico che hanno naturalmente pesato sulle gambe.”
Quello che ha sorpreso, però, è il confronto diretto con i tifosi a fine gare che ha rischiato di surriscaldare ulteriormente gli animi sulle tribune del San Francesco: “mi assumo le responsabilità del gesto fatto,” prosegue ancora Auteri, “volevo dire che qualcuno non ragiona, che qualcuno non ci sta con la testa: già quando è stato contestato De Liguori nel primo tempo avrei voluto attraversare il campo; ci sono troppi preconcetti, non è possibile mettere in discussione dei professionisti per ogni errore commesso.” Passa in secondo piano il test amichevole contro i costieri nel quale, tralasciando l’orrendo secondo tempo, si sono viste anche delle cose positive: “fin quando siamo stati freschi abbiamo fatto bene,” conferma Auteri tornando sul match contro l’undici di Ruotolo, “Giuliatto è calato dopo cinquanta minuti, Mingazzini ha dovuto giocare nonostante un problema alla schiena; anche Gherardi non è ancora al cento per cento della condizione: abbiamo anche chiuso in dieci e questo ci ha penalizzati ulteriormente.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it (foto ©2011 di GiusFa Villani)

Back to top button