Ultime news

Mingazzini: ”a Nocera per riscattarmi”

È l’ultimo acquisto rossonero, prelevato dal mercato degli svincolati e contrattualizzato nel pomeriggio dalla società del presidente Citarella. Mingazzini riparte da Nocera, dopo le esperienze importanti tra Serie A e Serie B, e spiega nella sua prima conferenza stampa da molosso i motivi della sua scelta “mi ha convinto la voglia e la determinazione del presidente Citarella,” dichiara il centrocampista rossonero, “la Nocerina è una società ambiziosa, che guarda soprattutto al futuro ed ha intenzione di mantenere la categoria; nella trattativa ha svolto un ruolo fondamentale Ciro Caruso, amico di Ivano Pastore, che mi ha spiegato il progetto e mi ha aiutato a compiere la mia scelta.” Il centrocampista ex Bologna ha lavorato già nella scorsa settimana in ritiro con i rossoneri: “mi ha fatto bene la settimana di lavoro a Coccaglio,” prosegue Mingazzini, “in ritiro ho avuto modo di conoscere il gruppo ed il mister e mi ha impressionato l’ambiente ed il tipo di lavoro; tra l’altro del mister mi aveva già parlato bene Bombardini, che ci aveva lavorato in passato.” Il mediano faentino parla anche della sua condizione: “fisicamente sto bene,” spiega ancora Mingazzini, “se fosse stato per me avrei giocato già Sabato; ho tanta rabbia in corpo perché sono rimasto tagliato fuori ad inizio stagione per un infortunio: in questo ambiente ci si dimentica presto di quanto si è fatto negli anni precedenti.” Infine una precisazione sulla posizione da occupare in campo: “ho iniziato la carriera da mediano ma mi adatto ad ogni ruolo,” conclude Mingazzini, “ho giocato sia con calciatori bravi a fare gioco, come Albertini o Amoroso, che con calciatori più forti fisicamente, come Mudingay.”
Da un protagonista futuro ad uno presente; Bolzan rientrerà in occasione della sfida contro il Crotone dopo aver scontato un turno di squalifica in occasione della gara contro l’Albinoleffe. Ed è proprio dalla partita dell’Atleti Azzurri d’Italia che parte la sua analisi: “in una partita come quella contro l’Albinoleffe è importante avere avuto una reazione,” precisa Bolzan, “in altre occasioni non avevamo reagito dopo aver preso uno schiaffo, in questo caso, invece, siamo riusciti a rimettere in piedi la partita, dando un segnale importante; personalmente è brutto dover guardare le partite da fuori, con la voglia di dare una mano ai compagni: non vedo l’ora di scendere in campo sabato prossimo .” E quella di Sabato sarà una sfida importantissima: “quella contro il Crotone sarà una gara fondamentale,” concorda Bolzan, “è quasi un play-out per noi: sarà importante fare punti sia per sfatare il tabù casalingo sia perché affronteremo una squadra alla nostra portata e dovremo fare di tutto per conquistare i tre punti.” Preoccupa i tifosi rossoneri la rincorsa dell’Ascoli che, grazie alla sentenza del Tnas, si è avvicinato ulteriormente alla zona salvezza: “sono punti che l’Ascoli avrebbe comunque recuperato sul campo,” conclude Bolzan, “stanno facendo un grande campionato e se continuano così non avranno problemi a salvarsi; noi sappiamo che il nostro campionato sarà di sofferenza ma siamo pronti a dare battaglia.
Seduta d’allenamento con qualche assenza per Gaetano Auteri; ha lavorato a parte Catania mentre non sono scesi in campo Donnarumma, Suarino e Castaldo, quest’ultimo in permesso, oltre all’infortunato di lungo corso Del Prete. Al termine della seduta partitella a ranghi misti. Da un lato Auteri ha schierato Russo tra i pali con Di Maio, De Franco e Nigro in difesa; Bolzan, Mingazzini, Marsili e Sacilotto a centrocampo, Caturano, Ramaglia e Gherardi in attacco. Dall’altro lato del campo il tecnico rossonero ha mandato in campo Gori tra i pali; difesa a tre con Filosa, Pomante ed Alcibiade; Giuliatto, De Liguori, Bruno e Scalise a centrocampo, Farias, Plasmati e Negro in attacco.


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it

Back to top button