Ultime news

Nocerina, c’è il si di Cosenza e Mastronunzio

Cambio di rotta ma non di obiettivi, il mercato della Nocerina vira di nuovo verso Reggio Calabria. Secondo indiscrezioni, dopo Angelo Rea e in attesa che Rickler e Freddi sciolgano le proprie riserve, nella serata di ieri la Nocerina ha raggiunto l’accordo con Francesco Cosenza, possente difensore centrale della Reggina. Solo tre presenze quest’anno con la maglia amaranto per il calciatore originario di Stignano, negli scorsi anni titolare indiscusso prima ad Avellino, poi ad Ancora e quindi a Reggio Calabria. Esperienza e forza fisica che andrebbero a rinforzare un reparto, quello difensivo dei molossi, spesso in difficoltà in questa prima parte del campionato. Cosenza per la difesa, Mastronunzio per l’attacco perché pare ci sia l’accordo, dopo quello già trovato col calciatore nei giorni scorsi, anche con lo Spezia; i giorni successivi alla ripresa degli allenamenti del dopo capodanno potrebbero essere quelli buoni per mettere nero su bianco. Con l’arrivo dell’ariete di proprietà del Siena inevitabile la cessione di uno tra Castaldo e Plasmati. Per il primo è in piedi una trattativa col Sorrento per lo scambio con Ginestra, viste anche le difficoltà per arrivare a Bellazzini e il tira e molla di Merino. L’ex Catania, invece, prima delle feste natalizie aveva lasciato intendere di volersi guardare intorno e valutare eventuali offerte. Resterebbe solo in caso di precise garanzie di essere parte integrante del progetto tecnico-tattico di Auteri. A Padova ha dimostrato che può starci alla grande e che se pungolato a dovere potrebbe davvero essere l’arma in più della Nocerina nel girone di ritorno. Giusto pretendere di ricominciare da qui. A centrocampo con Di Deo (il Taranto è ancora convinto di riuscire a trattenere il centrocampista ma le argomentazioni alla voce stipendi arretrati fanno a pugni con la buona volontà) e Catanili (è a spasso e attende solo una chiamata di Pastore per legarsi alla Nocerina) sullo sfondo e nonostante le smentite di facciata, resta ancora viva la pista Caserta. Pierpaolo Marino è stato chiaro: ok alla cessione ma non in A a rinforzare una diretta concorrente dell’Atalanta. E allora quale migliore soluzione se non quella offerta dalla Nocerina per giocare con continuità e rilanciarsi? Il centrocampista e il suo entourage ci stanno seriamente pensando. Dopo la partenza di Gori, in casa Nocerina la priorità resta, però, quella del portiere. Il Taranto a chiacchiere dichiara Bremec incedibile ma sa benissimo che al ritorno dalle vacanze in Spagna il portiere chiederà un incontro con la società e le spettanze arretrate. In caso di risposta negativa spingerà per la cessione. Il numero uno rossoblu resta l’indiziato principale a raccogliere l’eredità di Gori, ma non sono da sottovalutare nemmeno le alternative Concetti del Pergocrema, Pegolo del Siena, Puggioni del Chievo e Cassano del Piacenza. In attesa di novità questo pomeriggio la squadra riprenderà gli allenamenti. Appuntamento alle ore 15 al San Francesco. L’unico volto nuovo dovrebbe essere quello di Danilo Piroli, jolly di centrocampo classe ’89, acquistato dalla Nocerina a titolo definitivo dal Benevento nell’ambito dell’operazione Gori.

 

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button