Ultime news

CARRARESE: c’è attesa per la sentenza della Corte di Giustizia

E’ il giorno più lungo per la Carrarese: nessuno si fa particolari illusioni, perché dopo l’amarezza della retrocessione sul campo non c’è certo lo spirito giusto per avere delle aspettative, ma sta di fatto che la Corte di Giustizia federale è chiamata ad esprimersi sul ricorso d’urgenza presentato dal procuratore Stefano Palazzi in merito alla penalizzazione di otto punti (da scontare nel prossimo campionato) inflitta pochi giorni fa all’Andria.

Il punto è questo: l’Andria, che ha chiuso il campionato andando a vincere a Prato, e condannando anche i lanieri ai playout, ha 32 punti (due di penalizzazione già in questo torneo), ed è quartultimo. La commissione disciplinare, nel deliberare in merito al deferimento dell’amministratore unico e del sindaco unico dell’Andria Bat, ha riconosciuto tutti i problemi sui pagamenti Irpef e contributi dal settembre al dicembre 2012, e ha inflitto tre anni di inibizione all’amministratore unico Maurantonio Di Toma, due anni al sindaco unico Francesco Pierangeli e “in considerazione del principio di afflittività della pena” la penalizzazione di otto punti in classifica da scontarsi nel campionato 2013-14, oltre a 40mila euro di ammenda. Da segnalare che questa penalizzazione per il prossimo campionato (quando, in C1, non ci saranno retrocessioni…) aveva suscitato la protesta di Viareggio e Sorrento, ma la Carrarese finora ha tenuto un basso profilo, restando in sostanza alla finestra. La squadra azzurra ha continuato ad allenarsi ed è pronta per eventuali sorprese positive: la Procura a quanto risulta avrebbe chiesto 13 punti di penalizzazione, ma da scontarsi subito per renderli veramente afflittivi e portare l’Andria all’ultimo posto; in questo caso, la Carrarese (che ha chiuso a 11 punti di distanza dall’Andria) andrebbe ai playout con il Prato. Se invece fossero confermati gli 8 punti, se anche fossero per questa stagione cambierebbe solo la posizione, Andria terzultimo e Barletta quartultimo. La Carrarese del patron Gigi Buffon può solo aspettare.

tratto da Il Tirreno

 

fonte: www.gradinatabaffo.it

Back to top button