Ultime news

NOCERINA, De Lucia ci crede: ”obiettivo secondo posto”

E’ arrivato in maglia rossonera nell’ultimo giro di lancette della sessione invernale di calciomercato, Alfonso De Lucia, ma, sin da subito, ha fatto breccia nei cuori dei tifosi molossi, rendendosi protagonista sia in campo, con interventi sempre puntuali, che fuori. Come dimenticarsi, infatti, di quel famoso “cinguettio” su un famoso social network, all’indomani della vittoria nel derby contro la  Paganese: “Ero arrivato da poco a Nocera, ma già mi sentivo parte di questa splendida realtà” – ricorda il numero uno rossonero, intervenuto in diretta durante la trasmissione radiofonica “Il team del pallone”, in onda ogni martedì su Radio Kolbe – “Il derby contro la Paganese era sentito da tutti ed io mi sono lasciato trasportare. Poi qualcuno, come al solito ha cercato di strumentalizzare la cosa. Il mio voleva solo essere uno sfottò come quelli che si scambiano i tifosi durante i derby. Credo di non aver offeso nessuno”. Un legame che sembra d’acciaio, quello instauratosi tra l’ex Livorno e la tifoseria nocerina, alla quale, lo stesso De Lucia non lesina parole al miele: “Avevo sentito parlare tanto dei tifosi della Nocerina, ma non immaginavo ci fosse così tanto attaccamento alla maglia. Tra le tante che ho visto, questa credo che sia una delle più legate ai propri colori”. E su quanto accaduto al Vigorito: “qualcuno ha sbagliato, ma penso sia ingiusto che per colpa di pochi facinorosi debba pagare una comunità intera. Non è corretto fare di tutta l’erba un fascio”. Dalle dichiarazioni d’amore al calcio giocato: la Nocerina è reduce dall’importantissima vittoria nel derby contro il Benevento, che ha non solo decretato l’aritmetica partecipazione dei molossi agli spareggi post-season, ma ha riaperto spiragli in chiave secondo posto, distante ora solo due lunghezze: “Quella del Vigorito è stata la vittoria del gruppo e dopo tanti turni sfavorevoli finalmente ce ne è capitato uno a favore: siamo riusciti a sorpassare il Latina, ora il nostro obiettivo è il Perugia, ma ovviamente continueremo a guardarci le spalle”. Quali le differenze tra la gara di domenica e quella col Gubbio di due settimane fa? “Contro il Gubbio ci è mancata il colpo del ko, abbiamo sciupato troppe occasioni, però è innegabile che anche l’arbitro ci ha messo del suo. Il rigore su Mazzeo grida ancora vendetta. A Benevento, invece, siamo scesi con la consapevolezza che la gente si aspettava tanto da noi, ma non solo, abbiamo voluto dare una dimostrazione di forza a tutte le altre squadre, in modo che possano capire la nostra ferma convinzione di voler arrivare alla promozione”. Uno sguardo al futuro prossimo, ai Play-Off e ad una concorrenza agguerrita che farà di tutto per mettere il bastone tra le ruote alla Nocerina: “dobbiamo mantenere alta la concentrazione e commettere meno errori possibili” la ricetta di De Lucia che afferma: “tra le altre, il Perugia è la squadra che temo di più, perché ha un organico completo come il nostro, ma un occhio di riguardo lo terrei anche nei confronti del Pisa, che sembra aver ritrovato lo smalto di inizio stagione”. E il futuro di Alfonso De Lucia?: “Sono qui in prestito, il mio contratto scade a giugno, poi dovrò fare rientro a Livorno. Toccherà alle due società decidere, io l’ho già fatto. Se si creano i presupposti sono più che disponibile a restare alla Nocerina“.


Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

Back to top button