Ultime news

NOCERINA, terza piazza da confermare

La quiete dopo la tempesta relativa a fatti e misfatti di Benevento ha portato una Nocerina vincente nell’ultima apparizione interna della stagione regolare contro la Carrarese.

Vittoria dei singoli (calciatori, episodi, etc.): evento strano, cui i rossoneri non sono propriamente avvezzi. Perentoria incornata di Andelkovic, sontuosa pennellata di Mazzeo (tanto di cappello per il suo 10° centro) e rocambolesco sigillo di “Re Mida” Evacuo (per lui anche un palo, e sono 16 centri) hanno consentito di mettere in cassasorte l’ennesima gara da 3 punti. Contro la formazione allenata dall’ex fermano Ivo Iaconi, che ha fatto la sua discreta figura contro i più quotati avversari, giornata rossonera in chiaroscuro. E non solo per il numero di spettatori inferiore alle attese, specie nel settore tribuna.

Largo successo dei molossi, quantunque poco confortato dalla prestazione globale dei ragazzi di Auteri, che autorizza comunque a ipotizzare una Nocerina in grado di confermare la terza posizione alla vigilia dell’ultima del torneo, ma virtualmente fuori dai giochi per la seconda piazza.

Ora, attendendo gli ultimi 90 minuti di campionato, fare 2 conti non è così semplice: la Nocerina accusa 2 punti di svantaggio dal Perugia (il “miracolo” del Prato non c’è stato), impegnato domenica prossima sul campo della Paganese, già salva. Superfluo constatare che un ipotetico successo dei rossoneri a Sorrento, contro una squadra che peraltro vorrebbe evitare la retrocessione diretta, sarebbe reso vano dal prevedibilissimo risultato altrettanto pieno dei grifoni. Confidare in una Paganese in grado di fermare, ora come ora, il Perugia è come credere a priori che la svuotata Juve Stabia del momento, il prossimo sabato, possa fermare il Verona.

Chissà se la volontà di sovvertire il pronostico da parte degli azzurrostellati avrà la meglio sulle necessità degli umbri. Felici di essere smentiti, nel caso. A mero titolo di cronaca, c’è da dire che a parità di punti tra Nocerina e Perugia prevarrebbero i rossoneri.

Pertanto, al tirar delle somme meglio sarebbe pensare a preservare la terza posizione, che vede ancora favoriti i molossi. Domenica, però, saranno in programma due testa – coda oltremodo bizzarri: Sorrento – Nocerina e Carrarese – Latina. Le squadre di casa giocano per salvarsi, quelle in trasferta per il miglior piazzamento possibile. A parità di punti Latina e Nocerina difficilmente arriveranno, e questo è un bene per i molossi, in svantaggio negli scontri diretti.

La Nocerina, a fronte delle difficoltà logistiche che i laziali, anche se più forti dei rivali di giornata, incontreranno in Toscana, ha un unico modo per garantirsi il terzo posto: vincere, eventualmente così condannando i costieri, peraltro in svantaggio nel doppio confronto con la Carrarese. Qualsiasi altro risultato che combaciasse con un successo del Latina a Carrara relegherebbe invece Bruno & co. in quarta posizione. A parità di punteggio delle contendenti nelle sfide domenicali, viceversa, il punto di vantaggio dei nostri farebbe la differenza.

Insomma, una miriade di opzioni sarebbero possibili, ma una sola evenienza garantirebbe a prescindere il mantenimento del vantaggio della seconda partita in casa per le semifinali e tutti i benefici che ne conseguono. Nota dolente: attenzione, però, ai calciatori diffidati (Evacuo, Daffara, Giuliatto, Corapi, Baldan e Mazzeo), che Auteri dovrà decidere se rischiare o meno. Le ammonizioni, difatti, si azzerano solo a far data dalla prima gara post campionato, tuttavia un cartellino comminato loro nel match di Sorrento equivarrebbe a squalifica da scontarsi nei play – off.

Al momento, dunque, l’avversario post season più probabile (se non quasi certo) per i molossi parrebbe essere il Latina, con prima sfida in terra laziale.

Per la serie “Meglio questo che niente”, o no? Alla prossima domenica l’ardua sentenza.


Roberto Alpino, ForzaNocerina.it

Back to top button