Ultime news

STEFANO SANDERRA: ”Latina a tutto campo”

E’ alta la concentrazione in casa Latina, a ventiquattro ore dalla gara di andata della semifinale play-off contro la Nocerina di Auteri. A parlare, al termine della seduta di rifinitura odierna, il tecnico neroazzurro Stefano Sanderra: “Stanno tutti bene” – esordisce il trainer ligure, parlando della condizione generale dei suoi – “Siamo motivati, carichi al punto giusto, pronti a fare una grandissima partita, avendo dalla nostra una buona condizione fisica, che siamo riusciti a recuperare in questi giorni di pausa”. Prove tecniche sulle possibili varianti al canonico 4-3-3 standard, marchio di fabbrica della gestione Pecchia, che potrebbero rappresentare un’utile arma a favore dei pontini in corso d’opera: “Abbiamo sempre lavorato, anche in campionato, su alternative al modulo di partenza” – afferma – “Ci saranno molto utili nel caso in cui sia necessario adottare un nuovo atteggiamento in base alle situazioni che si presenteranno durante l’arco della gara. Certo è che non faremo stravolgimenti, almeno non dal primo minuto, il mio dovere è solo quello di mettere la squadra in condizione di poter essere camaleontica ed adattarsi a qualsiasi contesto”. Di fronte, però, ci sarà una Nocerina più che mai decisa a “riappropriarsi di quanto le è stato ingiustamente tolto”, stando alle parole del tecnico Auteri: “Sono un avversario davvero difficile, con una batteria offensiva di categoria superiore” – commenta Sanderra – “Dovremo essere bravi a non farli arrivare in area di rigore, ma per fare cio’ sarà necessaria una gara a tutto campo, lavorando al massimo sia in fase difensiva che offensiva, cercando di impegnarli costantemente”. La cura quasi maniacale di ogni singolo dettaglio, anche quello più insignificante può rappresentare una netta linea di demarcazione tra la vittoria e la sconfitta, ne è ben consapevole l’ex tecnico di Frosinone, Barletta, Celano, che ammonisce: “Ho messo i ragazzi di fronte alle proprie responsabilità, rendendoli consapevoli del fatto che stiano per affrontare un momento storico importantissimo sia per la città che per la squadra alla quale è legata” – continua – “Abbiamo fatto la stessa preparazione dello scorso anno, quando ai Play-Out ci scontrammo con la Triestina, nonostante il differente tasso tecnico. Dobbiamo essere bravi a non commettere alcuna sbavatura, soprattutto cercando di non farci condizionare dal pensiero che si possa recuperare il tutto nella gara di ritorno, qualora qualcosa dovesse girarci storto, sarebbe un errore madornale. Per questo scenderemo in campo per fare risultato, senza fare alcun calcolo di sorta”. Ad accompagnare le due formazioni in questo lungo viaggio, le rispettive tifoserie, pronte a darsi “battaglia”, volendo usare un eufemismo, anche sugli spalti: “Uno stadio del genere serve a tirar fuori gli attributi a coloro che sentono particolarmente l’incitamento proveniente dalle gradinate” – e conclude – “Visto che in questa squadra di giocatori veri, coraggiosi e pronti a qualsiasi tipo di ambiente ce ne sono tanti, posso dirmi molto fiducioso. La bolgia del ‘San Francesco’ non sarà altro che un ulteriore stimolo per fare la partita della vita”.

 

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it 

Back to top button