Ultime news

TUROTTI avverte la Nocerina: ”Domenica ci giocheremo tutto”

Tanta esperienza in Lega Pro, con un palmarès di tutto rispetto, diviso tra Pro Vercelli, Legnano e Cremonese, prima di approdare, intorno alla seconda metà di febbraio, alla Carrarese di patron Gigi Buffon, con l’obiettivo di compiere la titanica impresa di evitare la retrocessione in Seconda Divisione: “Il nostro è stato un campionato in salita fin dall’inizio” – spiega Sandro Turotti, direttore tecnico dei toscani, alla vigilia della difficile sfida di domenica contro la Nocerina – “quando per tanto tempo stazioni nei bassifondi della classifica anche le cose più semplici diventano difficili, per fortuna, con il cambio di allenatore, abbiamo avuto la forza di risollevarci, e di abbandonare l’ultimo posto”. Decisivo, infatti, l’arrivo sulla panchina gialloblu di Ivo Iaconi, che, con i sette punti raccolti nelle ultime tre uscite, ha riacceso le speranze dei toscani dopo una gran fetta di torneo vissuta ben al di sotto delle aspettative: “È cambiato il modo di stare in campo, dal 4-4-2 siamo passati al 4-3-3, ma soprattutto è cambiata la mentalità – spiega Turotti –  “Iaconi, dall’alto della sua esperienza, è stato bravo a far leva soprattutto sulla componente psicologica e sulle motivazioni di rivalsa di un gruppo che tutto sommato non meritava di certo l’ultimo posto in classifica”. Ben altra aria si respira a Nocera Inferiore. Vittoria nel derby col Benevento, qualificazione ai Play-Off in cassaforte e morale a mille. Cliente peggiore non poteva capitare alla Carrarese in questo momento, una squadra, quella rossonera, per la quale il dirigente toscano non lesina complimenti: “Grande piazza, pubblico caloroso e Auteri ha a disposizione uno degli organici più forti della categoria. La Nocerina sta facendo benissimo. Dopo una partenza così così sono stati bravi a non disunirsi e a mantenere intatte le possibilità di ritornare in B. Ai Play-Off daranno filo da torcere a tutti”. Intanto domenica tocca alla Carrarese: “Sulla carta è una partita senza storia” – afferma Turotti – “Ci troveremo di fronte una squadra che cercherà a tutti i costi di vincere perché il secondo posto a soli due punti è un boccone troppo ghiotto da farsi scappare considerando l’importanza che la posizione finale in classifica avrà poi nei Play-Off. Ma la Carrarese non ha nessuna intenzione di fare da vittima sacrificale. Verremo al San Francesco a giocarci la nostra gara, a viso aperto. Con umiltà, tanta corsa e un pizzico di fortuna che non guasta mai, cercheremo di portare via punti preziosi”. Nocerina e poi Latina un finale di campionato non proprio agevole per la Carrarese, ma Turotti prova a guardare il bicchiere mezzo pieno: “Arrivati a questo punto un avversario vale l’altro. Magari giocare contro le prime della classe può essere uno stimolo a dare quel qualcosa in più che in momenti come questi può fare la differenza. Ci aspettano due partite fondamentali per il nostro futuro, se vogliamo centrare i Play-Out non possiamo commettere più errori. Mi auguro che la Carrarese possa salvarsi, sarebbe una grande risultato, un’impresa, che, nonostante tutto la società, per l’impegno profuso, e i nostri tifosi, che ci sono sempre stati vicino, meritano”. E la Nocerina? “Lo scorso anno è retrocessa immeritatamente” – conclude Turotti –  “Il mio auspicio è che possa ritornare in B, una categoria che per tradizione, pubblico ed organizzazione societaria i rossoneri meritano ampiamente”.

 

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

 

Back to top button