Ultime news

BOTHERS: si fa festa al di la del risultato

Nonostante la sconfitta nei play off, nonostante le avversità societarie uno dei gruppi storici della “Curva Sud”, i Bothers, come ogni anno, ieri sera hanno festeggiato per la conclusione del campionato. Al dil à del risultato della categoria che si andrà poi ad affrontare nella prossima stagione e con l’incertezza di non vederla la prossima stagione, semplicemente per salutare il campionato appena conclusosi. Ad una festa ultras, chi non conosce davvero questo mondo da vicino ci si aspetta di trovare brutti ceffi chiusi nel proprio modo di essere ed invece famiglie intere a riempire i tavoli messi a disposizione, ci sono anche le signore attempate del quartiere storico del “Casale del Pozzo” che oramai trattano questi ragazzi come se fossero propri nipoti. “Questa festa viene organizzata alla fine del campionato per salutare l’anno “ultras” appena trascorso ma anche e soprattutto per stare insieme a tutta la cittadinanza alla fine del campionato, a prescindere dal risultato della Nocerina, perchè per noi essere ultras significa innazitutto aggregazione.” Queste le parole di Ivano Balestra, uno dei capi del gruppo nonchè vera e propria voce della Curva sud, colui che con la sua grinta e le sue urla coinvolge tutti i tifosi in ogni stadio in cui gioca la Nocerina:”E’ anche un modo per ringraziare tutto il quartiere che ospita la nostra sede e che per tutto l’anno non ci fa mai mancare il proprio supporto. Chi c’è quì stasera si rende conto che ultras non significa violenza ma partecipazione, basta dare un’occhiata intorno, non ci siamo solo noi o solo le nostre famiglie ma intere famiglie del quartiere e non che mangiano, bevono e festeggiano insieme a noi“. Ed è vero, più che ad una festa di violenti omaccioni ci si ritrova ad una tavolata di amici che ridono, parlano e si divertono, una vera e propria festa di paese che coinvolge tutti. C’erano i ragazzi degli altri gruppi della Curva sud ma anche i “Corallini”, gli ultras di Torre del Greco che da anni oramai hanno instaurato una amicizia oramai collaudata. Alla fine, come ogni festa che si rispetti c’è anche il taglio della torta e i fuochi artificiali che salutano tutte le persone accorse e c’è anche la consegna delle targhe. Riconoscimenti con i quali i ragazzi più giovani del gruppo hanno voluto ringraziare i più anziani per gli insegnamenti e le dritte di questi anni, della loro paziente guida. Tutto è partito da pochi, uno di questi è  Alfonso Santoriello, per tutti “Il presidente”che ha passato l’intera serata ad arrostire sui carboni qualsiasi cosa gli passasse a tiro: “La Nocerina per noi è una fede, ma anche un pretesto per stare insieme coinvolgendo le nostre famiglie e tutte le persone di Nocera nelle nostre iniziative” dice Alfonso e con gli occhi ancora lucidi per la targa che i “suoi” ragazzi hanno voluto omaggiargli dice:”Noi non perdiamo mai e questa ne è la dimostrazione ed è una dimostrazione anche per chi dice che ultras significa solo violenza, ultras è voler stare insieme e questa festa ne è un grande esempio“. E quando tutto finisce e ti trovi a parlare come al solito di Nocerina guardi questi ragazzi che si affrettano a mettere a posto tutto dopo aver allietato la serata di un intero quartiere, una intera città fra te e te pensi:”E’ proprio vero, a prescindere dalla categoria, a prescindere dal risultato della Nocerina, questi ragazzi vincono sempre”. Grazie Bothers di tutto quello che fate per Nocera e per la Nocerina, grazie curva sud perchè ogni domenica ci rendi fieri di far parte di questa città e grazie alla Nocerina che ha reso possibile tutto ciò. Sarebbe davvero un peccato ancora più grave se tutto questo dovesse finire…

 

Carmine Apicella, ForzaNocerina.it 

Back to top button

Disabilita il blocco

ForzaNocerina.it è un sito gratuito e si sostiene grazie alle pubblicità. Ti chiediamo di disabilitare il tuo ADS Block per poter continuare la navigazione