Ultime news

LEGA PRO. Citarella: ”con Lotito solo divergenza di vedute

Claudio Lotito contro tutti. Non nuovo a portare avanti idee rivoluzionarie, il vulcanico numero uno di Lazio e Salernitana irrompe come un fiume in piena nel variegato universo della Lega Pro. Accompagnato dal cognato e socio Marco Mezzaroma, nel corso della riunione odierna Lotito s’è fatto portavoce di una proposta di radicale modifica dell’attuale suddivisione delle risorse economiche. Istanza rimbalzata contro il muro eretto dai restanti 68 presidenti capeggiati da Giovanni Citarella, dimissionario numero uno della Nocerina. “Ma non parlerei di scontro – precisa ai nostri microfoni il presidente uscente molosso – E’ una parola troppo dura. C’è stato piuttosto un confronto su opinioni e proposte circa la futura ripartizione delle risorse, ma il tutto sarà vagliato dalla prossima Assemblea di Lega quando le 69 società saranno chiamate ad esprimersi a maggioranza. Tutti i presidenti erano dalla mia parte, ho interpretato il pensiero di chi la Lega Pro la vive quotidianamente e non di passaggio come la Salernitana, destinata in tempi brevi alla Serie B. Lotito ha avanzato due eccezioni: aumentare la quota destinata in base al bacino d’utenza e diminuire gli incassi alla squadra ospitata. Anche la Nocerina fa molti più spettatori rispetto alla media della Lega, ma il principio voluto da Lotito è sbagliato. Sono dell’idea che il bacino d’utenza abbia già il giusto peso, vale a dire il 5% delle risorse stanziate dalla Legge Melandri. La quota incassi, invece, è decisa da una normativa statutaria della Lega. Vedremo se Lotito avrà la forza di farla modificare. In molti hanno mugugnato alle sue parole, ma lui è forte e non ha paura di farsi inimicizie. E’ fatto così, porta avanti le sue idee sempre anche a costo di andare allo scontro. Mezzaroma? C’era ma non ha preso la parola”. Non s’è parlato, come detto, di gironi: “Oggi era doverosa la mia presenza anche se dimissionario – conclude Citarella Non s’è discusso della composizione dei gironi, neppure informalmente. Bisognerà aspettare il 19 luglio, attualmente ci sono molte squadre tutt’altro che certe di iscriversi al campionato. Mi auguro che Nocerina, Salernitana, Paganese e Benevento possano essere collocate nello stesso raggruppamento, i derby sono la bellezza di questo sport”.

 

fonte: Mauro Mazzarella, www.solosalerno.it

Back to top button