Ultime news

NOCERINA: ”Al bar dello sport …”

Zio Lino, zio Lino…di che sesso sono le tartarughe??? Per chi come me è cresciuto a pane, Nocerina e film cult questa battuta risuona come un linguaggio molto familiare: il pensiero vola subito a Lino Banfi e il suo Bar dello Sport, notissimo film del fortunato filone della “commedia all’italiana”.

Negli ultimi giorni tutto però è cambiato e il Bar dello Sport è diventato per noi nocerini il luogo cult dove con velocità disarmante nascono, si sviluppano e muoiono idee e pensieri inerenti il futuro della squadra molossa.
E allora il pensiero parte spontaneo e il collegamento diventa addirittura banale per cui ognuno dentro di sé identifica nei personaggi nostrani i vari Walter e il suo moviolone; gli amici Ciccio, Gaetano e Leo; il violento e sadico Don Raffaele…all’occorrenza c’è persino il Notaio Magalini per controfirmare qualsivoglia idea geniale o improvviso passaggio di società.

La gente abbonda e il frastuono aumenta…si sente esclamare dalle macchine in transito: “Cos’è tutto questo chiasso, fracasso…sconquasso? Volete farmi prendere un collasso???”…

Insomma la situazione diventa sempre più di difficile gestione…eppure la soluzione ideale ci sarebbe…sta là a portata di mano…basterebbe che tutti decidessimo di impersonificare Parola, non la moviola di centrocampo passato per Nocera l’anno della serie B, bensì il fortunato personaggio interpretato da Jerry Calà…proprio lui, muto e discreto per scelta, becca l’idea geniale capace di cambiare radicalmente le carte in tavola.
Serve necessariamente un cambio di rotta e di impostazione nell’affrontare una situazione che, a onor del vero, vede aumentare di pari passo il livello sia di preoccupazione sia di ridicolo.
Al cinema si parlava di Totocalcio, per strada si parla di Nocerina e credo che tutti siamo concordi nell’affermare che la differenza è abissale.
E allora speriamo tutti che anche i protagonisti della nostra vicenda, ma quelli veri non quelli di strada, peschino il jolly in pieno stile del “2” del Catania a Torino e che tutto si risolva nel migliore dei modi.

 

Ciro Eboli, ForzaNocerina.it

Back to top button