Ultime news

NOCERINA: ”l’ottimismo è il profumo della vita…”

Poco più di sette giorni allo scadere del termine per l’iscrizione al campionato della Nocerina e nulla di nuovo  si intravede all’orizzonte. Tante chiacchiere, tanti rumors, ma di fondo la consapevolezza oramai mista a paura, che davvero questa volta il calcio possa essere arrivato al capolinea nella città capofila dell’Agro. Essendo ottimisti di natura però, e vedendo sempre il bicchiere mezzo pieno, ci piace immaginare che quanto di buono costruito in questi ultimi tre anni, non si possa e debba davvero gettare dalla finestra. Tanto lavoro dicevamo, portato avanti da persone che nell’ombra hanno girovagato ininterrottamente tutt’Italia alla ricerca di giovani talenti da far crescere nella cantera rossonera, al fine di creare una struttura capace di diventare il serbatoio della prima squadra. I risultati ottenuti quest’anno dalla berretti e dagli allievi nazionali, testimoniano l’ottimo lavoro svolto da Pasquale Ussia, che oltre a scovare con occhio attento i più celebrati Marco Baldan e Marco Chiosa, ha dotato il serbatoio del vivaio rossonero, di ragazzi pronti per iniziare quel progetto di  svecchiamento ed austerità che giustamente, la società potrebbe portare avanti nella prossima stagione. Tutto questo lavoro in silenzio e con modestia disarmante, ha portato dei risultati per il settore giovanile andato aldilà delle più rosee previsioni.  La scelta della linea giovane impone di fatto la conoscenza dei settori giovanili e quindi perchè non puntare su questo uomo che da tanti anni nel calcio prima come allenatore e poi come talent  scout?  A differenza di qualcun altro sempre pronto a mettersi in ghingheri davanti alle telecamere e  sempre presente sulla panchina la domenica ( strano per un direttore sportivo) capace di portare a Nocera calciatori che hanno primeggiato  solo nel “prendere il brodo con la  forchetta “, il responsabile tecnico del settore giovanile, ha dimostrato con i fatti nell’ultimo triennio, tanta sagacia e occhio lungo, allestendo un settore giovanile, capace con la Berretti e gli allievi nazionali, di campionati importanti e relativa conquista dei rispettivi  play off, con conseguente crescita e calorizzazione di giovani come detto in precedenza, pronti  per la prima squadra in un discorso di linea verde. Ci piace  pensare che il prossimo trenta giugno la ultracentenaria storia dei molossi continui con un progetto giovane e fatto in casa, senza spese folli,  attuato con competenza e lungimiranza con una lista di giovani calciatori già pronta e nelle mani del presidente  e,  siccome il nostro ottimismo prevale su tutto il resto, sognare non costa nulla, e ci è  mi venuto  in mente uno spot in voga qualche anno fa  griffato dallo scrittore Tonino Guerra  che recitava “l’ottimismo  è il profumo della vita”.

 

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it

Back to top button