Ultime news

REGGINA, idea Auteri per la panchina

Tre anni sulla stessa panchina. Ormai è sempre più raro individuare degli allenatori capaci di ottenere fiducia prolungata dai propri presidenti. Prova ne è la Reggina, che da quando c’è al timone Lillo Foti ha visto soffermarsi solo due tecnici per un triennio: Franco Colomba e Walter Mazzarri.

 

Persi i play-off contro il Latina in Prima Divisione, la Nocerina sta per chiudere il ciclo della famiglia Citarella, protagonista della promozione in B di due anni fa. Assieme al presidente, dovrebbe andar via anche il mister Gaetano Auteri, al termine di un triennio indimenticabile per i Molossi. Apprezzato dalla Reggina già quando era alla guida del Catanzaro nel 2010, il tecnico siciliano è entrato prepotentemente nel novero delle scelte per la panchina amaranto: «Qui a Nocera ci sarà un ridimensionamento, la società potrebbe essere ceduta. Peccato, perché ci sarebbe una base di lavoro importante».

 

Esordisce così Gaetano Auteri a Tuttoreggina, e a specifica domanda sul suo futuro afferma: «Se mi piacerebbe tornare a lavorare in B? La risposta è ovvia. La mia carriera è fatta di categorie guadagnate sul campo. Voglio dialogare con persone intelligenti, che abbiano una progettualità importante. In Calabria ho già allenato il Catanzaro, fu una stagione travagliata ma bella. Sono un uomo del sud, le mie rughe sono figlie del sole che prendo in campo, allenando».

 

Alle domande sulla progettualità di Lillo Foti, il 51enne di Floridia prova a schernirsi: «Apprezzo da anni la sua figura. Ciò che ha fatto la Reggina, come immagine, visibilità, dimensione e rapporti, è enorme. Ci sono le strutture, in un territorio che vive di precarietà come quello meridionale. Quando allenavo l’Igea Virtus, andai nella sede della Reggina per prendere in prestito Parisi e Camarda dalla Primavera. Ragazzi di una cultura sportiva straordinaria, trasmessa dal presidente. È una cosa che mi ha sempre affascinato. Se vuole farmi dire che ci sono contatti tra me e Foti, non le posso rispondere».

 

Quando si deciderà il futuro di Auteri? «Non lo so, può accadere in qualsiasi momento. Vado alla ricerca di progetti – afferma Auteri a Tuttoreggina – Nocera ha avuto una grande dimensione rispetto al recente passato, ne veniamo fuori con una immagine leale e sportiva. Abbiamo espresso il massimo delle nostre potenzialità. Se ci fosse la possibilità di allenare la Reggina? Non le so rispondere concretamente. Di sicuro ne sarei contento, questo è scontato».


fonte: Paolo Ficara, www.tuttoreggina.com

Back to top button