Ultime news

FONTANA: “grande sinergia con la società”

Il primo impegno ufficiale si avvicina ma la rosa rossonera è ancora incompleta. Sarà una Nocerina ancora da “lavori in corso” quella che affronterà il Pordenone nel primo turno di Coppa Italia ma il tecnico Fontana non sembra preoccuparsene, consapevole che col passare dei giorni l’organico a sua disposizione sarà rinforzato adeguatamente: “sicuramente qualche altro elemento si aggiungerà da qui a Domenica,” spiega il neo allenatore rossonero, “preferisco aspettare che siano qui prima di fare nomi; vi chiedo di pazientare ancora, siamo in una fase in cui possiamo dare notizie certe: posso dirvi che c’è un confronto continuo e costante con la società, ci sentiamo spesso e c’è un’ottima sinergia.” Certo l’impegno col Pordenone è imminente: “nessuno vuole fare brutte figure,” puntualizza l’allenatore catanzarese, “attualmente ho a disposizione quattordici o quindici calciatori e dovrò vedere chi schierare per la sfida di Coppa Italia: andrà in campo chi sta meglio dal punto di vista fisico considerando che abbiamo avuto pochi giorni per prepararci e che dovremo far fronte anche a quei problemini che sono fisiologici in un periodo di preparazione; al momento stiamo lavorando sul 4-4-2 perché è il modulo che mi da maggiori garanzie con i ragazzi che ho a disposizione.” Intanto in tema di mercato De Franco ha accettato la riduzione d’ingaggio ed al gruppo si è aggregato un altro elemento d’esperienza: “Romito ha chiesto di venire qui per allenarsi, vista l’amicizia,” puntualizza Fontana, “toccherà a lui scegliere il suo futuro: per quanto riguarda De Franco ha accettato la riduzione dell’ingaggio e resterà con noi; se arrivasse qualche altro elemento che conosce bene la categoria ovviamente mi farebbe piacere perché chi ha esperienza è utile sia per gestire i momenti delicati che per far da chioccia ai giovani.” Si punta sulla qualità ma anche sulla quantità: “voglio lavorare con due giocatori per ruolo e lavorerò anche coi ragazzi del settore giovanile, come Commentale, che è un ragazzo del ’96,” spiega il tecnico rossonero, “il gruppo deve iniziare a formarsi, per ora c’è solo una buona base; sono tranquillo perché la dirigenza mi ha assicurato che ci saranno degli innesti; in attacco ci sarà sicuramente bisogno di un’altra punta accanto al Malcore ma deve essere un calciatore d’esperienza.” Insomma, in certi ruoli non si potranno fare scommesse: “Pulci è andato via ed anche Dombrovoschi probabilmente lascerà la squadra,” conclude Fontana, “in difesa dobbiamo essere cinici e non possiamo permetterci di sbagliare le scelte se poi non abbiamo la forza di rimpiazzare chi non ha un rendimento adeguato.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it

 

Back to top button