Ultime news

MANUEL LETTIERI: “Resto, voglio affermarmi con questa maglia”

 

A Nocera da quattro anni, dall’esordio da sedicenne in Seconda Divisione con Padalino al sogno del ritorno in B sfumato un mese fa. Manuel Lettieri, eccezion fatta per l’annata in prestito a Caserta, ha vissuto tutta la parabola della Nocerina nelle ultime stagioni. Anche lui, forte di altri due anni di contratto con i rossoneri, è in attesa così come le due Nocera di una soluzione che consenta ai molossi di presentarsi ai nastri di partenza del prossimo campionato.

 

Manuel, che notizie hai sul futuro della Nocerina? Hai sentito qualcuno della società negli ultimi giorni?

 

“Sono in attesa così come tutti di novità positive. Non ho sentito nessuno della dirigenza negli ultimi tempi, solo qualche compagno di squadra per i saluti. Ne ho sentite tante nell’ultimo mese, ma posso solo dire che lo spogliatoio rossonero era molto unito verso la conquista dell’obiettivo”.

 

Se la grana iscrizione dovesse trovare soluzione, resteresti a Nocera?

 

“Se, come credo, dovesse concretizzarsi l’iscrizione, penso che partirò per il ritiro. Ho altri due anni di contratto e vorrei provare ad affermarmi con questa maglia. Innanzitutto mi piacerebbe fare un altro campionato di Prima Divisione, poi si vedrà. Quest’anno era difficile trovare più spazio, per la presenza di tanti calciatori molto forti, ma sono comunque soddisfatto”.

 

Pensi ci sia qualcosa in particolare che non abbia funzionato nell’annata appena trascorsa?

 

“Il problema è stata la partenza ad handicap. L’incertezza sulla categoria ci ha condizionato, magari anche solo psicologicamente. L’inizio è stato troppo lento, ma ci siamo rialzati portando a casa vittorie importanti. Però si sa che quando si rincorre poi ogni episodio contrario può essere fatale. L’epilogo negativo secondo me è stato determinato dalla gara di Sorrento che non ci ha permesso di affrontare i play-off con la serenità che avremmo voluto”.

 

Che successe quel pomeriggio? Gara preparata male o è venuto meno qualche elemento importante?

 

“Preparammo bene la gara, d’altronde sapevamo che il terzo posto era fondamentale. Infatti a fine partita c’era molto nervosismo. Non so dire bene perché è andata cosi, non penso nemmeno sia stata una questione di motivazioni perché anche le nostre erano alte. Doveva andare così”.

 

Un giudizio su mister Auteri.

 

“Il mister lo conosco da tre anni, mi ha dato tanto, mi ha fatto esordire in Prima Divisione a Carrara. Posso solo ringraziarlo, è un grande allenatore e una grande persona. Ogni volta che mi ha impiegato ha sempre cercato di trasmettermi tranquillità. Sicuramente il miglior allenatore avuto a Nocera“.

 

Hai avuto contatti con altre società? Magari qualche squadra che ti consenta di trovare maggiore spazio?

 

“Non ho sentito nessuno, so bene che in categoria inferiore avrei sicuramente maggior modo di esprimermi, ma io aspetto la Nocerina“.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

 

 

Back to top button