Ultime news

NOCERINA: Pavarese: ”Cerchiamo gente affamata”

 

Il nome è di quelli di peso; un dirigente che può vantare esperienze ai più alti livelli della gerarchia calcistica nazionale. Gli inizi all’Avellino di Sibilia, per poi passare sotto l’ala di Luciano Moggi con stagioni importanti a Napoli e Torino. Il calcio è però spesso un vortice che tende a dimenticare chi rimane fuori dal giro per qualche annata. Gigi Pavarese parla con la fierezza di chi sa di avere competenze e conoscenze per guidare una nave che attraversa mari agitati come quella rossonera, non sottraendosi alle inevitabili responsabilità che ciò comporta. L’emozione però resta e traspare dalla voce del nuovo direttore generale rossonero, il quale però mostra anche grande consapevolezza di quelli che saranno i compiti che lo attendono: “Ritengo di essere un dirigente esperto e navigato. Tuttavia non nascondo l’importanza dell’incarico a me affidato dalla dirigenza della Nocerina. Ho firmato un contratto annuale, come da mia abitudine, ma punto a restare a lungo in questa piazza. Mi assumo fin d’ora tutte le responsabilità concernenti la parte organizzativa e tecnica, aree per le quali sarò l’unico deputato a prendere decisioni”. La prima di queste è l’ingaggio del tecnico Gaetano Fontana. “La scelta di Fontana può destare qualche perplessità dovuta alla mancanza di esperienza in panchina da parte dello stesso. Vi assicuro però che si tratta di un tecnico preparatissimo, che già da calciatore dimostrava di essere un allenatore in campo. Negli ultimi tempi ho scelto tecnici come Moriero e Rastelli, che al primo anno con me hanno subito vinto campionati. Sono sicuro che anche Gaetano si farà valere”. Analoga fermezza viene dimostrata quando si passa ad analizzare i profili dei calciatori che vestiranno la maglia rossonera: “Chi verrà qui dovrà avere i nostri stessi obiettivi. Dobbiamo far capire a tutti che sarà necessario dare il massimo in ogni momento. Tutti avranno l’obbligo di rappresentare al meglio questi colori e guai a chi tirerà indietro la gamba. Quest’anno possiamo approfittare della nuova regolamentazione del campionato di Lega Pro. Non essendoci retrocessioni possiamo iniziare un certo tipo di lavoro senza assilli. Io voglio però sempre vincere, sono fatto così. Ci saranno ovviamente anche momenti difficili, ma qui sarete importanti anche voi, proprio per aiutare noi ed i ragazzi”. Il primo nome c’è già ed è quello del portiere Raffaele Gragnaniello: “Ieri abbiamo sottoscritto il contratto con lui. Va ad aggiungersi a Russo, un giovane su cui puntiamo molto e che è in fase di recupero da un infortunio importante. Raffaele è un elemento di provata esperienza, che ha rifiutato altre proposte accettando di venire a Nocera. Mi auguro che sia d’esempio per qualche altro calciatore d’esperienza che farà parte del gruppo che andremo a comporre, formato principalmente da giovani”. Qualche parola anche per i calciatori già sotto contratto con la Nocerina: “I ragazzi già legati contrattualmente alla Nocerina possono rientrare nei piani, ma devono rientrare prima di tutto nei nostri parametri economici. Starà a loro mostrare riconoscenza verso questa società, accettando anche ridimensionamenti di stipendi. Chi non accetterà questo discorso sarà libero di andare via”. In questi giorni è circolato spesso il nome del procuratore Mariano Grimaldi, avrà un ruolo in società? “Ribadisco che il responsabile della gestione sportiva sono solo io. Si tratta di un mio fraterno amico che ringrazio per aver fatto il mio nome alla società. Ma da ora la palla passa a me. Chiaramente, se dovessimo trovare nella sua scuderia elementi che possano fare al caso nostro, non avremo remore a prenderli”. Quando partirà ufficialmente la stagione della Nocerina? “Lunedì sono in programma le visite mediche. Da mercoledì inizieremo il ritiro in sede. Saremo, almeno per i primi tempi, un cantiere aperto, ma mi auguro di dare al mister una rosa già ben definita nel giro di quindici giorni. Ciò non vuol dire che ogni mossa non sarà ponderata con la dovuta calma. Lo staff sarà composto da Fontana, Miccio, che ha fatto bene lo scorso anno e sarà il suo secondo, più un preparatore atletico ed uno per i portieri che sceglieremo nei prossimi giorni”. Ha già sentito qualche collega in questi giorni per le prime mosse di mercato? “Ieri è stata la mia prima giornata da direttore della Nocerina. In quasi trenta anni di carriera ho avuto la fortuna di lavorare con gente come Ferlaino, Sibilia, Moggi e Marino e altri; molti dei quali ci hanno tenuto a farmi gli auguri per questa nuova avventura. Qualcuno mi ha chiamato anche per proporre calciatori, ma io sono abituato a non prendere niente a scatola chiusa. Essendo il budget ridotto, dovremo valutare tutto con la dovuta calma”. In un contesto del genere, fondamentale sarà anche il settore giovanile. “Lo struttureremo in modo adeguato. Ho un’esperienza molto vasta anche in questo, con Napoli e Torino. Sarà valutata attentamente anche l’opportunità di inserire qualche ragazzo delle giovanili in prima squadra, ma prendendo in considerazione solo chi avrà le caratteristiche per ritagliarsi effettivamente uno spazio. Per quanto riguarda acquisizioni di giovani da altre società, posso dire fin da ora che siamo in ritardo per gli elementi di prima fascia. Però ho buoni rapporti con tante società e dirigenti e ci muoveremo nel modo opportuno”.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

 

Back to top button