Ultime news

A MENTE FREDDA. NOCERINA: sconfitta indolore

La sconfitta subita a domicilio per mano del Pordenone non può in questa fase lasciare grossi strascichi dal punto di vista meramente tecnico, troppi pochi i giorni di ritiro, troppa incompleta la rosa, troppa approssimazione in quello che si è visto in campo.

La premessa è nota ai più, le vicissitudini di Giugno hanno ritardato la composizione della rosa e lo scarso budget sta facendo il resto. È alquanto inutile in questo momento lanciarsi in giudizi e critiche e il concetto ieri è stato espresso in toto: una bella dimostrazione da parte del pubblico nocerino che, tolta una piccola parte di delusi che hanno abbandonato lo stadio al momento del raddoppio dei friulani, ha sostenuto la squadra fino alla sua uscita dal campo, tributandole financo un sincero e sentito applauso finale.

L’invito a staff tecnico e societario è tutto qui, ripartire da quel gesto spontaneo della tifoseria, nonché dal buon numero di spettatori, affinchè si possa completare degnamente l’organico in mano a mister Fontana permettendo ai tanti giovani attualmente in rosa di crescere con tranquillità e dare quella freschezza che da soli senza guide esperte non sarebbero capaci di garantire. Intanto nelle stanza dei bottoni vanno delineandosi anche le composizioni dei gironi, i rumors parlano di suddivisione orizzontale con qualche eccezione che potrebbe negarci dei derby tanto attesi, in barba a tutti gli impegni istituzionali che si sono susseguiti dal post Nocerina-Paganese dello scorso anno. Stupirsi in queste circostanze guardando anche tutto quello che succede intorno all’italico pallone è quantomeno da sciocchi, quindi teniamoci stretta la nostra passione e alimentiamola con tifo e amore incondizionato perché altrimenti il calcio sarebbe solo l’ennesima illusione che questo paese è in grado di regalarci.

Massimiliano Bergamo; ForzaNocerina.it

 

 

Back to top button