Ultime news

NOCERINA. Il presidente Benevento: ”Credo in questi ragazzi”

Mancano ventiquattro ore al fischio d’inizio e l’adrenalina sale nell’ambiente rossonero. La tensione comincia a farsi sentire tra gli atleti e lo staff tecnico ma non ne sono immuni i dirigenti, come il presidente Gino Benevento. Il massimo dirigente rossonero racconta così la sua vigilia.

Presidente, finalmente domani si parte; cosa si aspetta dalla nuova Nocerina?

“Vorrei innanzitutto esordire con un saluto a tutti coloro che ci sono stati vicini in questi mesi di duro lavoro; per quanto riguardo la squadra posso affermare con sicurezza che i ragazzi sono tutti estremamente motivati e uniti fra loro e che daranno il cuore per questa maglia, per questa città e per questa società che, nonostante tutte le difficoltà ,si è dimostrata sempre presente, sotto ogni aspetto, ed ha cercato di supportarli in ogni modo.”

Che tipo di campionato le piacerebbe fare?

“Questa squadra onorerà la maglia, sempre e comunque; già a partire dalla sfida di domani sera, contro il Perugia, questa Nocerina giocherà per vincere e per onorare al meglio la città e i suoi tifosi. Dovremo anche fare i conti con la penalizzazione, il primo obiettivo sarà quello di annullarla, magari con una bella vittoria già nella prima giornata. Ragionando da tifoso mi piacerebbe che questa squadra centrasse un buon piazzamento, magari con l’aiuto di un pizzico di fortuna; sarebbe fantastico agguantare la nona posizione, non metto limiti alla provvidenza, ma quello che mi preme sottolineare è che la squadra giocherà sempre per il massimo risultato e sicuramente profonderà il massimo impegno; spero che questo messaggio arrivi anche ai tifosi, perché abbiamo un enorme bisogno del loro supporto.”

Passiamo al mercato; è soddisfatto dell’attuale rosa? Sarà effettuata qualche altra manovra di mercato?

“Sono sicuro che la squadra che abbiamo allestito venderà cara la pelle e che, a dispetto di quello che pensa qualcuno, questo gruppo ha un ottimo potenziale tecnico. Sabato, insieme a Pavarese, andrò a Milano per le ultime operazioni di mercato. Qualcuno è già arrivato in questi giorni ma siamo alla caccia di un attaccante e magari di un esterno di centrocampo, elementi che ci permetterebbero di fare un ulteriore salto di qualità. Cercheremo di prendere il meglio possibile con il budget a disposizione, senza farci prendere per il collo da nessuno. Ci sono anche grandi squadre che hanno puntato al risparmio, non vedo perché non dovremmo farlo noi; se qualcuno abbassasse le pretese potremmo fare anche qualche ottimo colpo.”

Nella sua esperienza passata alla Nocerina è stato spesso sulla panchina durante le gare; quest’anno da dove vedrà le partite?

“Si, nella prima stagione in cui sono stato dirigente della Nocerina sono andato spesso in panchina ma la tensione che si vive dal campo è terribile, molto di più di quella che si avverte dalla tribuna; non escludo che potrà capitare ma una o due volte al massimo; non credo che possa diventare un appuntamento fisso perché troppa tensione non fa bene alle coronarie.”

Da Nocerino e da tifoso della Nocerina quanta emozione c’è in questa che possiamo considerare la notte prima degli esami?

“L’emozione c’è sempre, come c’è sempre stata quando ho visto la Nocerina, anche da semplice spettatore. Quella che al momento è  ai massimi livelli è l’adrenalina. Dopo questi mesi di lavoro, dopo tutto questo operare in fretta a causa del ritardo dovuto alla situazione che si era venuta a creare a Giugno, posso dire che la partita col Perugia, almeno in termini di ansia, mi sembra già iniziata: siamo all’esame del campo e quello non ti lascia scampo”.  

Carmine Apicella,  ForzaNocerina.it

Articoli correlati
Close
Back to top button