Ultime news

L’AVVERSARIO: Il Viareggio di Roberto Miggiano

Così come da abitudine consolidata, anche quest’anno il Viareggio è tra le squadre più giovani del girone. Perfettamente preparata da anni al regolamento under, i bianconeri quest’anno possono perseguire con ancora maggiore tranquillità la loro politica, vista l’anomalia di un campionato che non prevede retrocessioni.

Partito per motivi economici il tecnico Cuoghi, è arrivato a guidare i versiliesi Roberto Miggiano, reduce dall’esperienza da vice di Moriero a Grosseto in serie B e con alle spalle qualche annata in terza serie con Paganese e Pistoiese, oltre che con la Primavera del Napoli. Anche la squadra ha perso i calciatori messisi maggiormente in mostra l’anno scorso, con Maltese a Latina, Giovinco al Pisa via Spezia e Magnaghi alla Virtus Entella, dopo essere tornato alla casa madre Atalanta. A questi si va aggiungere il capitano Carnesalini passato, almeno momentaneamente, dal campo alla scrivania per un grave infortunio. Negli ultimi giorni di mercato è arrivato Ighli Vannucchi a conferire personalità ed esperienza alla squadra, aggiungendosi ai vari Romeo, Galassi e Falasco.

L’impostazione resta quella di una squadra molto attenta a non scoprirsi, puntando sulle ripartenze veloci e cercando di colpire nelle poche occasioni create. Questo almeno quanto si è potuto notare nelle prime esibizioni stagionali, compreso l’esordio in campionato a Catanzaro, dove è bastata un’unica sortita offensiva pericolosa per portare a casa un insperato pari nel finale. Miggiano tra i pali si affida ancora all’espertissimo Gazzoli, 38 anni, al terzo anno in bianconero. Davanti a lui linea a quattro con Conson e Lamorte, l’anno scorso comprimari con Cuoghi, ad agire da centrali. Sugli esterni il giovanissimo Celiento, arrivato dalla Primavera del Napoli, a destra ed il ventenne Falasco, ex Feralpi Salò, a sinistra. Pronto a giocarsi una maglia da titolare anche Peverelli, tornato a Viareggio in prestito da Novara. A centrocampo disposizione a tre con il riconfermato Pizza in cabina di regia, affiancato dal classe 93 Gerevini e dall’ex Mantova Galassi. In attacco previsto per domenica il debutto del centravanti Romeo, ex Ascoli nell’ultima annata a Trapani con alterne fortune. Sugli esterni probabili titolari i riconfermati De Vena e Benedetti, quest’ultimo autore del gol su rigore per il definitivo 1-1 di Catanzaro. Partenza dalla panchina per Vannucchi, acciaccato e in ritardo di condizione, così come per Pirone e Rosafio, accostato alla Nocerina durante l’estate.

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button