Ultime news

FONTANA: “Cercheremo di riportare i tifosi allo stadio”

La prima vittoria stagionale nel derby contro la Paganese ha comportato, sotto l’aspetto emotivo e motivazionale, un netto passo in avanti in casa rossonera, accompagnato dalla consapevolezza di potere e voler continuare sulla scia intrapresa: “La vittoria portà serenità” – conferma il tecnico Gaetano Fontana, intervenuto nella consueta conferenza stampa, alla vigilia della prossima sfida interna contro L’Aquila – “E’ chiaro che il lavoro, nonostante alcuni risultati negativi, fosse continuo e costante, ma la vittoria ti dà quel quid in più che, probabilmente, può esserti utile nel prosieguo”. Una settimana, insomma, caratterizzata da sensazioni diverse ed alterne rispetto alle precedenti: “Assolutamente no” – puntualizza – “Puntiamo a ripartire da dove ci eravamo interrotti. Veniamo da un mese ricco di eventi, che hanno rappresentato, per noi, un fardello abbastanza pesante, ma, fortunatamente, ho gente capace, e la nostra soddisfazione è quella di esserci isolati dal contesto che si era venuto a creare”.

ALLA RICERCA DI CONFERME. Dalla partita precedente può essere utile trarre indicazioni per lavorare sull’aspetto psicologico, visto il secondo tempo caratterizzato quasi dal timore di dover portare a casa l’intera posta in palio: “Non la vedrei esattamente così” – commenta – “A me, in realtà è piaciuto il secondo tempo di non gioco, perchè abbiamo dimostrato di esserci ed avere voglia di azzannare l’avversario, cosa fondamentale per vincere le gare”. Domenica, intanto, ad attendere al varco i molossi, ci sarà L’Aquila dei vari ex Pomante, Corapi e Di Maio, una squadra “destinata a durare”, sindaca il trainer calabrese, “ricca di giocatori importanti e molto compatta, stretta tra le linee, che vive di ripartenze” – e aggiunge – “Sarà difficile trovare varchi per il nostro gioco, pertanto, dovremo vivere di quel poco che ci concederanno, ed essere abili, al tempo stesso, a non farli esprimere”.

TORNEO FALSATO. Quanto influiranno, sulla componente emotiva, gli spalti vuoti del San Francesco, a seguito dell’annunciata contestazione del tifo nocerino? “Diciamoci la verità, da quando sono arrivato non mi è capitato ancora di avere una settimana normale” – ironizza – “Vorrà dire che cercheremo di fare di necessità virtù. Mi dispiace, purtroppo, per quanto accaduto, dobbiamo essere, però, obiettivi, nonostante tutto, e ringraziare questa società che, non solo ha portato la Serie B a Nocera, ma sta continuando a far vivere il calcio su discreti livelli”. Insomma, testa solamente al rettangolo verde: “So quanto soffrono i tifosi nel non venire allo stadio, ed è per questo che ho chiesto ai ragazzi di suscitare in loro la voglia di ritornarvici, attraverso le prestazioni” – e conclude – “E’ ora di finirla con l’ addossarci colpe che non abbiamo: il fatto che le altre squadre possano giocare regolarmente fa capire il perchè quel derby sia stato interpretato così, e che, in realtà, tanta farsa non è stato”.

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

Back to top button