Ultime news

GIRONE B: Il Perugia passa a Pontedera ma il Frosinone non molla

Davvero una giornata entusiasmante e ricca di goals, la 15 del girone B di Lega Pro, I divisione, la lotta al vertice si fa sempre più serrata con il Perugia che fortifica il suo primato. A tenere testa ai Grifoni il solo Frosinone, mentre in coda, grazie ad una vittoria meritata, la Nocerina non è più sola.

PROVA DI FORZA DEL PERUGIA, PER IL FROSINONE RIENTRO COL BOTTO. Con un goal di Eusepi il Perugia passa sul difficile terreno del Pontedera e con 28 punti mantiene salda la testa della classifica. A reggere il passo degli Umbri il solo Frosinone che, dopo la sosta, travolge il Lecce grazie ad una tripletta di Ciofani e si porta a quota 26 in seconda posizione. Al terzo posto, con punti 24, la coppia Pisa-L’Aquila, i Toscani hanno osservato il turno di riposo mentre gli Abruzzesi perdono meritatamente la seconda gara consecutiva contro una gagliarda Nocerina. Sale a 23 punti il Prato che passa a Salerno d’autorità, col classico punteggio all’Inglese. Gli uomini di Esposito superano in classifica il Catanzaro, a quota 22, che, nonostante il vantaggio di Fioretti, è bloccato in casa da un buon Barletta il quale raggiunge subito il pari con Ilari. Ancora uno stop per il Pontedera che resta a 21 punti e si fa raggiungere dal Benevento. I Toscani appaiono in caduta libera, com’è lontana la formazione rullo compressore di qualche domenica fa che travolgeva tutto e tutti. Sale, quindi, il Benevento che regola l’Ascoli nella ripresa, del solito Evacuo la rete della sicurezza.

IN ZONA PLAY OFF NUOVI CAPITOMBOLI PER SALERNITANA E LECCE. Con 20 punti c’è la Salernitana, i Granata cadono rovinosamente in casa ad opera del Prato, facendo notevoli passi indietro e vanificando quanto di buono fatto con l’avvento di Perrone. A 18 punti si è formata una coppia e cioè il Lecce, battuto nettamente dal Frosinone, nonostante il vantaggio iniziale del solito Miccoli e il Gubbio che, senza particolari affanni, batte la Paganese con due reti in apertura e allo scadere di gara. Un gradino più sotto il Grosseto che a fatica riesce ad avere la meglio di un Viareggio che era passato in vantaggio dopo pochi minuti. Positivo, dunque, l’esordio sulla panchina dei Maremmani di Cuccureddu.

IN FONDO ALLA CLASSIFICA DA SEGNALARE LA MERITATA VITTORIA DELLA NOCERINA CHE NON E’ PIU’ SOLA IN ULTIMA POSIZIONE. L’Ascoli, come detto, battuto a Benevento è fermo a quota 11, per i Marchigiani il nuovo cambio di panchina sembra non aver giovato. Nuovo stop anche per il Viareggio, rimasto a punti 10, anche se i bianconeri hanno reso la vita molto dura al Grosseto, arrendendosi solo nel finale. Il pareggio di Catanzaro permette al Barletta di lasciare momentaneamente l’ultimo posto e portarsi ad 8 punti. Ultimo posto che vede sempre la Nocerina ma stavolta non più sola. I molossi grazie ad un match quasi perfetto hanno battuto l’Aquila riportando la seconda vittoria stagionale, salendo a quota 7 e agguantando la Paganese che cade di nuovo, stavolta a Gubbio.

Roberto Errante, ForzaNocerina.it

Back to top button