Ultime news

CALCIOMERCATO GIRONE B. Bomber nel mirino: Grosseto obiettivo Marotta. Il Perugia sogna Maikol Negro

E’ entrato subito nel vivo il calciomercato cosiddetto “di riparazione” del girone B di Lega Pro. Nemmeno il tempo di aprire i battenti che sono già stati messi a segno i primi colpi e altri ne arriveranno nelle prossime ore.

QUI PAGANI – Molto vigile la Paganese di Belotti. Nella città di Sant’Alfonso c’è voglia di lasciarsi alle spalle il recente passato e provare a tirarsi fuori dalla brutta situazione di classifica in cui gli azzurrostellati si sono cacciati: “c’è la volontà da parte della società di ingaggiare 3 o 4 calciatori, gli obiettivi non mancano ma mi piacciono più i fatti che le chiacchiere” – taglia corto il DS liguorino Cocchino D’Eboli –  che non conferma ma nemmeno smentisce l’interessamento ad Elio Nigro, Siniscalchi, Carrus, Pestrin e Aurelio, calciatori importanti che farebbero fare un grosso salto di qualità alla Paganese: “fosse per me metteremmo nero su bianco anche subito, ma non siamo gli unici a decidere” e presenta così l’esterno sinistro Ruben Palomeque, classe ’94, che la Paganese ha rilevato in prestito dal Bologna: “è un rinforzo importante, abbiamo chiuso ieri l’affare ed ha già sostenuto il primo allenamento con i nuovi compagni. Grande passo, buona tecnica di base, a Como ha trovato poco spazio a causa di alcune divergenze tecniche, sono sicuro che si farà valere”. Intanto si lavora anche in uscita: “La priorità resta quella di sfoltire la rosa ad un massimo di 22 elementi. Fortunatamente le richieste non mancano. Amelio e Meola, ad esempio, sono molto appetiti in Seconda Divisione. Valuteremo il da farsi nei prossimi giorni”.

QUI VIAREGGIO – Situazione ben diversa per il Viareggio, protagonisti di un discreto girone d’andata e per il momento preferiscono restare a guardare: “La squadra è a posto, non abbiamo urgenze di mercato. Monitoriamo la situazione ma siamo molto contenti del rendimento della squadra” conferma il DS bianconero Carnesalini. Non sono da escludere però delle cessioni: “Ci sono tre/quattro giocatori che non rientrano nei nostri piani ma per il momento preferisco non fare nomi. Stiamo valutando delle proposte che ci sono arrivate e nei prossimi giorni non sono da escludere novità”.

QUI GROSSETO – Sogna in grande, invece, il Grosseto a caccia di un attaccante che possa far fare il salto di qualità all’undici biancorosso. Alessandro Marotta resta è l’obiettivo numero la conferma arriva direttamente dal DS del Grosseto Magalini: “Inutile nascondersi, Marotta è un obiettivo. Siamo molto avanti con la trattativa, abbiamo un accordo di massima con il giocatore. L’unico nodo da sciogliere resta l’intesa col Bari. Ci stiamo lavorando”. Sul mercato in uscita, soprattutto sulla telenovela attaccanti, invece: “Stiamo trattando le cessioni di Montalto e Scappini. Entrambi sono appetiti da squadre di Seconda Divisione come Chieti, Bassano Virtus e Castel Rigone”.

PERUGIA, NEGRO E’ PIU’ DI UN’IDEA. ARRIGHINI RESTA A PONTEDERA. BENASSI, NUOVA SFIDA ALLA JUVE STABIA – Si attendono novità importanti anche da Perugia. Quella con l’ex molosso Maikol Negro sta assumendo sempre più i contorni di una trattativa vera e propria. L’attaccante non sta trovando molto spazio in Serie B al Latina, e potrebbe rimettersi in discussione con la maglia dei grifoni. Occhio però alla Juve Stabia e al Benevento che intanto ha detto addio al capitano di mille battaglie Emanuele D’Anna che è passato al Sorrento. Vale per lui lo stesso discorso fatto per Negro. A Pontedera, invece, si lavora per trattenere la mezza punta Andrea Arrighini. Su di lui è forte il pressing della Salernitana, ma: “fino a questo momento non sono arrivate offerte e la nostra volontà è quello di trattenerlo” chiarisce il dg dei toscani Paolo Giovaninni. E’ ovvio che se arrivasse un’offerta veramente irrinunciabile sia per noi e per il calciatore sarà valutata insieme alla Reggina che detiene la metà del cartellino”. Tutto fermo, intanto, sul fronte acquisti: “la squadra sta facendo benissimo e integrarla con qualche nuovo arrivo potrebbe rivelarsi un arma a doppio taglio. Qualsiasi scelta dovrà essere ponderata per bene, ma se si presenterà l’occasione giusta la società non si tirerà indietro”. 

Torna, invece, alla Juve Stabia, in prestito dal Lecce,  il portiere Massimiliano Benassi, già gialloblù nella stagione 2006/2007.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it

Back to top button