Ultime news

A VOLTE RITORNANO… Stefano Riccio

Napoletano classe ’89, Stefano Riccio arriva in rossonero nella stagione 2009/2010, quella del ritorno dei molossi tra i professionisti dopo il difficile biennio tra i dilettanti. Alle sue spalle due esperienze importanti proprio nel massimo campionato dilettantistico nazionale: la stagione d’esordio con la maglia del Savoia e quella successiva con la casacca della Neapolis, due annate vissute da protagonista in piazze calde ed esigenti. Eppure in rossonero Riccio arriva come alternativa di secondo piano; c’è Olorunleke come potenziale titolare al centro della difesa, ci sono elementi esperti come Sannibale e Mario Terracciano in rosa che, almeno in avvio di campionato, monopolizzano la scena. Ma la fortuna non è dalla parte dei molossi: nel giro di poche settimane vanno k.o. tutti e tre i centrali ed accanto al solido Giordano, uno dei reduci della vittoria dei play-off di Serie D, tocca proprio a Riccio: in rossonero, tra le gestioni Padalino e Pastore, colleziona una ventina di presenze, quasi tutte da subentrato, rimanendo però vincolato contrattualmente ai molossi.

Nella stagione successiva cambia la categoria, col ripescaggio in Prima Divisione, cambia lo schema, si passa alla difesa a tre, e cambiano anche gli interpreti, con l’arrivo di gente come De Franco, Di Maio, Pomante e Filosa. Il nuovo tecnico, Auteri, sembra valutarlo positivamente ma dopo il precampionato Riccio finisce nel dimenticatoio o quasi; gioca qualche partita in Coppa Italia di Lega Pro e viene rispolverato solamente nel finale di stagione: gioca da titolare le ultime due giornate di campionato, a promozione già acquisita, con la Nocerina che viene sconfitta a Gela e pareggia in casa con il Lanciano. Troppo poco per guadagnarsi la conferma: passa all’Arzanese, formazione di Seconda Divisione, con cui vive due buone stagioni. Ottima la scorsa annata, con 32 presenze all’attivo e quattro gol, tra cui uno importante, nel derby contro l’Aversa Normanna. Attualmente Riccio indossa la maglia del Taranto, formazione di Serie D in lotta con Matera e Marcianise per la promozione

Filippo Attianese, forzanocerina.it

Back to top button