Ultime news

IL PERSONAGGIO DEL GIRONE B: Mattia Sprocati

Nel big match della ventitreesima giornata del girone B di Prima Divisione il Perugia batte quattro a tre il Lecce nella sfida del “Via del Mare”. Tre punti fondamentali per la squadra di Camplone, che mantiene la vetta della classifica, con due punti di vantaggio sul Frosinone

GARA SPETTACOLARE DECISA DA UN GOL DI SPROCATI. Incontro ricco di continui colpi di scena, tra due delle squadre più attrezzate per il salto di categoria. Il Perugia alla mezzora ha già ipotecato il successo, grazie a un calcio di rigore trasformato da Eusepi e alla rete di Moscati. A inizio ripresa reazione d’orgoglio del Lecce, che trova il pareggio grazie a Miccoli e Beretta. Gli ospiti non ci stanno e trovano il nuovo vantaggio con Scognamiglio. La rete decisiva è di Mattia Sprocati, bravissimo a concludere alla perfezione un contropiede impostato dal solito Fabinho. Inutile per i pugliesi la rete di Zigoni a tre minuti dal fischio finale.

STAGIONE DA RICORDARE. Sprocati rappresenta una delle note più liete di questa esaltante stagione del Perugia. Quindici presenze e tre reti rappresentano un bottino più che soddisfacente per l’attaccante classe ’92, soprattutto in considerazione del parco attaccanti a disposizione di Camplone. Per trovare spazio con compagni del calibro di Mazzeo, Fabinho, Eusepi, Pagni e Roberto Insigne occorre rimboccarsi le maniche e lavorare, dimostrando in ogni allenamento di meritare fiducia e considerazione. Ed è tutto quello che l’attaccante nativo di Monza ha fatto, sin dai primi giorni di ritiro, attirando giudizi più che positivi sia da Lucarelli che da Camplone.

CHI BEN COMINCIA… Nonostante la giovane età Sprocati si è già messo in evidenza in Lega Pro, visto che nella passata stagione, con la maglia della Reggiana, ha totalizzato 25 presenze condite da due reti. Con i grifoni è arrivata la conferma definitiva dell’ottima maturità tecnica e tattica del ventunenne attaccante, che spera di proseguire la sua avventura con gli umbri, magari conquistando quella serie B che manca ormai da dieci anni.

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button