Ultime news

GIOVANISSIMI. NOCERINA-NAPOLI 0-1: lampo di Mentana, il derby è azzurro

NOCERINA – NAPOLI 0-1

Rete: 31’ Mentana

NOCERINA (4-3-1-2): Caparro; Petriccione, Carrano (40’ Di Luglio), Ascione, Genco; Ferri (63’ Capozzi), Buccelli, Caronte; Ferrieri; Amendola, Capaccio (40’ Bozza). A disposizione: Settembre, Esposito, Bello. Allenatore: Chiaiese

NAPOLI (4-3-3): Barbaro; Musella (50’ Santoro), Esposito, Riccio, Marino; Messina (62’Vasca), Landieri, Daddio (60’ Fiore); Mattera (40’ Pelliccia), Mentana, Russo. A disposozione: Schaeper, Rea, De Vena, Minale, Lattarelli. Allenatore: Liguori

Arbitro: Carrione (Castellammare di Stabia)

Note: terreno di gioco reso scivoloso dalla pioggia; ammoniti: Riccio e Russo; angoli 4-8; recupero: 1’pt, 3’st .

Un goal di Mentana al 31’ del primo tempo, sotto lo sguardo attendo del conterraneo Ernesto Apuzzo e dell’ex difensore azzurro Gennaro Scarlato, decide il derby Giovanissimi contro il Napoli. Alla Nocerina l’onore delle armi. Non era facile tenere testa al più quotato avversario e il solo goal al passivo, dopo un’ora di gioco, è tutto sommato motivo di vanto considerando il ritardo col quale è stata messa su la formazione allenata da un Giovanni Chiaese comunque soddisfatto a fine gara. “Bravi, bella prestazione!”, così il tecnico rossonero ai suoi ragazzi mentre rientravano negli spogliatoi tra una pacca sulla spalla e una carezza ai più sensibili ai quali è scappata qualche lacrimuccia.

La cronaca. Nocerina in formazione tipo e reduce dalla vittoria in trasferta in quel di Crotone. Gli azzurrini di mister Liguori, quattro vittorie nelle ultime quattro uscite, affrontano, invece, il derby in forte emergenza. Assenti il portiere Pezzella, il difensore centrale Caiazza, i centrocampisti Amabile e Passeri, l’esterno sinistro Cesarano e l’attaccante Guida, in forza, questo fine settimana, alla formazione Allievi. Nonostante le defezioni però il Napoli punta al bottino pieno per non allentare la pressione sul Palermo capolista con tre punti di vantaggio e parte subito forte. Al 2’ i partenopei vanno in goal con Mattera, servito in profondità da Mentana, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Quattro minuti più tardi il liscio di Carrano libera Mentana in area, la conclusione del numero 9 azzurro è angolata e precisa, Caparro si rifugia in angolo. Al 27’ il Napoli colpisce la traversa con Messina sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite. È il preludio al goal del vantaggio che deciderà poi l’incontro. Minuto 31’, lancio lungo di Marino, Mentana raccoglie la sfera alle spalle dei difensori molossi, dubbia la posizione del numero 9 partenopeo, e approfittando di uno scivolone di Caparro, lo supera e deposita la palla in rete. Gli azzurri forti del vantaggio chiudono il tempo in attacco ma il colpo di testa di Mattera al 34’ si perde di poco a lato.

Tripla sostituzione a quattro minuti dall’inizio della ripresa: per la Nocerina escono Capaccio e Ferri ed entrano Boffa e Di Luglio. Nel Napoli esce Mattera ed entra Pelliccia. (Santoro per Landieri,  Fiore per Daddio Vasca per Messina, tra le fila dei partenopei, e Capozzi per Ferrieri tra i molossi, gli altri cambi nel corso della seconda frazione). Il trend, però, non cambia anche se la Nocerina prova con più insistenza ad impensierire il numero uno ospite Barbaro che al 48’ si oppone alla conclusione di Ammendola sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Due minuti più tardi lancio lungo di Marino per Mentana, che arriva sul pallone ma da posizione defilata e, disturbato da Carrano, spedisce alto sopra la traversa. Finisce di poco a lato, invece, il colpo di testa di Caronte al 60’. L’ultimo brivido lo regala ancora il Napoli a cinque dalla fine. Santoro manda in profondità Vasca che serve al centro Mentana, ma il tiro di prima intenzione dell’attaccante finisce a lato.

Tensione al triplice fischio,  ma si risolve tutto al terzo tempo, tra gli applausi di un centinaio circa di rumorosissimi spettatori, per lo più genitori e parenti dei ventidue in campo.

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it 

Back to top button