Ultime news

GIRONE B: Lecce-Frosinone una stagione in 90 minuti. Perugia, occhio al Pontedera

Era difficile da credere che un torneo con tante storpiature come quello di Prima Divisione girone B riuscisse ad essere così avvincente fino alla fine, eppure sta accadendo. Domenica scorsa il Perugia, approfittando del turno di riposo del Frosinone, lo ha affiancato al comando della classifica, il Lecce insegue ad un solo punto di distanza. Alla fine mancano ancora 3 giornate, compresa quella che si disputerà domenica, e tutto può ancora succedere. Basta infatti dare un’occhiata al calendario della 32^giornata per rendersi conto che almeno in testa i giochi promozione sono tutt’altro che decisi.

Roba da far tremare i polsi il big match tra Lecce e Frosinone. Battendo i ciociari, che di sicuro non hanno nessuna intenzione di fare da vittima sacrificale, i giallorossi di capitan Miccoli darebbero il là ad una rimonta che ha dell’incredibile considerato l’avvio di torneo tutt’altro che positivo. Turno difficile anche per il Perugia che ospita un Pontedera che, ritrovato il suo bomber Grassi, marcia spedito verso le zone nobili della graduatoria. Tre punti senza troppa fatica per L’Aquila che avrebbe dovuto affrontare l’esclusa Nocerina e beneficerà del 3-0 a tavolino. Dovrebbe essere tutto facile, o quasi, per il Catanzaro contro un Barletta sempre più allo sbando. Riposa il Pisa, può approfittarne la Salernitana, che domenica scorsa ha battuto proprio i nerazzurri mettendo una seria ipoteca sui playoff, ma occhio al Prato animato da voglia di rivalsa dopo lo 0-3 della scorsa settimana rifilatogli dall’Ascoli. Proprio al Del Duca contro i bianconeri di Destro il Benevento è chiamato all’ennesima impresa di una stagione iniziata come al solito tra mille buoni propositi, poi naufragati col passare delle giornate. Dopo lo 0-0 contro il Catanzaro, servono i tre punti per restare in corsa per i playoff e per continuare a tenere a debita distanza un Grosseto, impegnato a Viareggio, che dopo le polemiche strappa sorrisi sulla regolarità del torneo di patron Camilli, dovrà giocarsi il tutto per tutto da qui alla fine per riuscire in quella che assume sempre più i contorni di una vera e propria impresa. Gara senza particolari assilli di classifica, invece, quella tra Paganese e Gubbio.

redazione ForzaNocerina.it

Back to top button