Ultime news

NOCERINA, rebus stadio per la sfida col San Tommaso

Si giocherà a porte chiuse anche la gara tra San Tommaso e Nocerina, valevole per la prima giornata di ritorno del girone B del campionato di Eccellenza, in programma domenica pomeriggio e ancora senza una sede: “Il Prefetto, con apposita ordinanza, ci ha precluso l’utilizzo dello stadio Roca e disposto che la gara con la Nocerina sia giocata a porte chiuse in una struttura che toccherà a noi, quale società ospitante l’incontro, individuare” spiega il vicepresidente degli irpini Cucciniello ai microfoni di SportAvellino.it a margine della gara persa di misura contro il Sant’Agnello. La struttura dove il San Tommaso gioca di solito le sue gare casalinghe, seppur con prato in erba sintetica di ultima generazione e ristrutturata nel 2008, per un lato e mezzo dà sull’aperta campagna separata dal terreno di gioco solo da reti di recinzione. Impossibile secondo il Prefetto garantire l’ordine pubblico in queste condizioni, ma il dirigente irpino non ci sta: “è l’ennesima vergogna, come società non ci resta che prendere atto che ad Avellino è difficile fare calcio se sistematicamente piccole società come la nostra vengono messe con le spalle al muro da tutte le istituzioni. Non bastava il Sindaco ora ci si mette anche il Prefetto. Vada per le porte chiuse, e anche su questo ci sarebbe da ridire, ma noi vogliamo giocare nel nostro stadio. La nostra è una società fatta di gente per bene così come lo sono i nostri tifosi, credo che il Prefetto non conosca per niente questa realtà e non è giusto mortificarla con decisioni del genere”.

Una decisione che però ormai è stata presa, impossibile tornare indietro e, nonostante lo sfogo più che comprensibile, Cuciniello e soci da questa mattina sono già al lavoro per trovare una sede in cui disputare il match tra San Tommaso e Nocerina. Due le strutture papabili: il Partenio, approfittando del fatto che l’Avellino questa settimana sarà impegnato in trasferta a Pescara,  oppure il Comunale di Mercogliano, ma non sono da escludere soluzioni alternative. Attese novità in tal senso dal summit in corso al Comune di Avellino.

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button