Ultime news

MASSALUBRENSE – NOCERINA 3-1: la tripletta di Cacace stende i molossi

MASSALUBRENSE-NOCERINA 3-1

Massalubrense: Fiorentino, La Monica, Izzo, Amita (1′ st A. Cuomo), D’Esposito, Mar. Ferrara, Breglia, Vinaccia, C. Esposito, Cacace (41′ st Vollono), Girace (1′ st A. Castellano). A disp.: Stinga, P. Esposito, R. Castellano, Staiano. All.: Gargiulo.
Nocerina: D’Antuono, L. Ferrara (31′ pt Limatola), Iommazzo, Senatore (30′ st Guzzi), Trezza, Di Riso, Adiletta, Galdi, Santoriello (16′ st D. Cuomo), Mas. Ferrara, G. Esposito. A disp.: De Sio, Grassadonia, Bove, D’Ambrosio. All.: Criscuolo.
Arbitro: Caputo di Benevento.
Marcatori: 32′ pt Santoriello (N), 13′ st Cacace (M), 19′ st e 39′ st Cacace (M, rig.)
Note: Partita a porte chiuse. Espulso al 39′ st Di Riso (N). Ammoniti: Limatola, Trezza, L. Ferrara, Galdi (N), A. Cuomo (M). Rec.: 1′ pt.

Trionfa il Massalubrense nella sfida salvezza del Cerulli contro la Nocerina. Una tripletta di Cacace regala ai ragazzi mister Gargiulo un successo importante e meritato; inutile il gol rossonero di Santoriello che segna l’illusorio vantaggio molosso. Assenze pesanti su entrambi i fronti. I padroni di casa devono fare a meno degli squalificati Aiello e Montaperto e dell’infortunato Apreda; torna titolare Marcello Ferrara. Anche mister Criscuolo è costretto a rinunciare a due pedine importanti come Arena, ancora fuori rosa, e Della Femina, squalificato.


Padroni di casa più pericolosi in avvio: al decimo Vinaccia mette palla al centro per Esposito che cerca la deviazione di testa ma non impatta bene il pallone. Passano pochi minuti e su azione d’angolo arriva un nuovo brivido: Amita prova la girata di sinistro ma D’Antuono blocca bene a terra. Ancora i partenopei in avanti a metà frazione: La Monica prova l’azione personale e mette palla al centro; sul secondo palo sbuca Girace che da posizione defilata non trova la porta. Dopo mezz’ora Criscuolo richiama Lorenzo Ferrara, inserendo Limatola. Passa un minuto e la Nocerina passa: verticalizzazione di Galdi per Santoriello, uscita abbozzata da Fiorentino e pallonetto che si insacca alle spalle dell’estremo difensore di casa. Nel finale di tempo botta e risposta nel giro di pochi minuti. Su sponda di Esposito è Vinaccia a provare la botta, costringendo D’Antuono alla parata in due tempi. Dal lato opposto Adiletta mette al centro un pallone invitante ma Marcello Ferrara è bravo ad anticipare il ben appostato Santoriello.


In avvio di ripresa mister Gargiulo manda dentro Antonino Cuomo ed Antonino Castellano per Amita e Girace. Il doppio cambio rivitalizza l’undici di casa; la ripresa sarà un monologo dei costieri. Dopo tredici minuti arriva il pari: è Cacace a risolvere una mischia su calcio piazzato con una botta dal limite che non lascia scampo a D’Antuono. Passano sei minuti ed i nerazzurri ribaltano completamente l’inerzia del match; Galdi trattiene La Monica e per il signor Caputo è calcio di rigore: dal dischetto Cacace non sbaglia e porta i suoi in vantaggio. La formazione di casa potrebbe calare subito il tris: D’Antuono si supera per deviare sul palo la punizione di Marcello Ferrara. La formazione di Gargiulo è scatenata: su azione d’angolo D’Antuono esce male, D’Esposito prova l’incornata ma la palla è respinta sulla linea; sulla ribattuta La Monica, a porta spalancata, manda alle stelle. A cinque dal termine la Nocerina crolla; Breglia fa da sponda per Vinaccia e Di Riso lo atterra: per l’arbitro è rosso e calcio di rigore. Dal dischetto Cacace supera ancora D’Antuono, chiudendo virtualmente il match. Nel finale ci vuole il miglior D’Antuono per evitare il poker partenopeo: l’estremo difensore rossonero respinge una bella conclusione di Vinaccia e poi, nel proseguo dell’azione, si supera mandando sul palo la botta di Antonino Cuomo.

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it

Back to top button