Ultime news

SANT’ANTONIO ABATE – NOCERINA 1-0, Il gol dell’ex gela i rossoneri

Sant’Antonio Abate – Nocerina 1-0

Sant’Antonio Abate (4-3-3): Prete; Perrella, D’Aniello, Buonocore, A. Romano; Carfagno, Morella, M. Cirillo (20′ st Nastro); A. Ferraioli (41′ st S. D’Auria), U. Romano, Di Ruocco (32′ P. Romano). A disp.: B. D’Auria, C. D’Auria, De Lucia, R. Cirillo. All.: Barba.
Nocerina (4-3-3): D’Antuono; L. Ferrara, Trezza, Di Riso, Iommazzo; Adiletta, Della Femina, Galdi; D’Ambrosio (20′ st V. Ferraioli), Santoriello (11′ st Guzzi), Limatola (7′ st Cuomo). A disp.: De Sio, Magliocca, Senatore, M. Ferrara. All.: Criscuolo.
Arbitro: Renzullo di Torre del Greco.
Marcatori: 19′ st Ferraioli (S)
Note: Spettatori 300 circa di cui 150 dalle due Nocera. Ammoniti: A. Romano, D’Aniello (S), Galdi, D’Ambrosio, V. Ferraioli (N). Rec.: 2′ pt; 5′ st.

Comincia male il 2015 della Nocerina. Sconfitta pesante per i molossi al Comunale di Sant’Antonio Abate: a punire i rossoneri il gol dell’ex Alfonso Ferraioli che regala tre punti fondamentali nella corsa salvezza alla compagine giallorossa. Defezione dell’ultima ora in casa rossonera; nel corso del riscaldamento mister Criscuolo perde Magliocca per infortunio: al suo posto debutta Di Riso. Per il resto consueto 4-3-3 per i rossoneri; ancora panchina per Guzzi. Modulo speculare per i padroni di casa; in campo dal primo minuto l’ex più atteso, Alfonso Ferraioli, bomber e capitano molosso fino a poche settimane fa. Si gioca a porte aperte e questa, per la Nocerina, è una grossa novità; circa centocinquanta i sostenitori molossi, tra di loro anche il presidente Cuofano. Non sarà, però, un pomeriggio tranquillo: tante le bombe carta esplose nel settore rossonero; si registra anche un lancio di sassi dall’esterno dello stadio verso i sostenitori molossi, per fortuna senza ulteriori contatti fra le due tifoserie.

In campo la prima emozione è di marca abatese; Alfonso Ferraioli ha subito la palla giusta per punire i suoi ex compagni di squadra ma spara debolmente a lato da buona posizione. I padroni di casa insistono: D’Antuono esce male su azione d’angolo e Morella, praticamente a porta vuota, non inquadra il bersaglio. La Nocerina soffre ma prova a rispondere con una punizione di Della Femina che si perde alta sul fondo. Ma nella prima mezz’ora sono sempre i giallorossi a menare le danze: a metà frazione Ferraioli conduce il contropiede e serve Di Ruocco, il giovane abatese, appostato ai sedici metri, calcia malamente a lato. Nel finale di tempo un paio di sussulti rossoneri. I molossi costruiscono una bella occasione con Galdi che va al cross dalla sinistra per Adiletta che, di testa, spara di poco alto. Pochi minuti dopo altro tentativo molosso: cross teso di Iommazzo, nuovo tentativo di Adiletta in tuffo e palla alta sulla traversa.

Nuova tegola in avvio di ripresa per i molossi; si fa male Limatola, Criscuolo manda dentro il nuovo acquisto Cuomo. Poco dopo entra anche Guzzi per Santoriello, poi è Ferraioli a sostituire l’impalpabile D’Ambrosio. Le azioni più pericolose, però, sono del Sant’Antonio Abate. Umberto Romano prova ad impensierire D’Antuono con una conclusione velenosa, l’estremo difensore rossonero blocca la sfera in due tempi. È il preludio al vantaggio dei padroni di casa: cross dalla destra, inserimento coi tempi giusti per Alfonso Ferraioli e colpo di testa nel sacco per il vantaggio giallorosso. La reazione rossonera tarda ad arrivare; i molossi non vanno oltre un calcio di punizione di Della Femina che, da posizione defilata, manca di poco il bersaglio grosso. Ben più pericoloso il Sant’Antonio; il lancio dalla destra di Perrella si trasforma in una conclusione che incoccia incredibilmente la traversa. È l’ultima emozione del match; nei cinque minuti di recupero il Sant’Antonio tiene bene il campo e conquista con merito il successo.

Filippo Attianese, Forzanocerina.it

Back to top button