Ultime news

CRISCUOLO: “Puniti dalle solite ingenuità”

Una buona Nocerina soccombe al Gragnano in una gara dal solito refrain per i rossoneri: qualche disattenzione difensiva di troppo tante occasioni sprecate nei pressi della porta avversaria; un lusso da non concedersi contro una squadra tecnicamente superiore come quella gialloblu. La pensa così anche il mister rossonero Enzo Criscuolo: “Oggi avevamo di fronte una corazzata come il Gragnano e credo che abbiamo disputato un’ottima gara. Purtroppo falliamo tante occasioni ed in partite così paghi inevitabilmente dazio. Però abbiamo dimostrato di essere all’altezza ed ancora una volta devo fare un plauso ai miei ragazzi”.

Una partita che si era messa in salita fin dai primi minuti con la rete di Borrelli e l’infortunio capitato Iommazzo, che ha accentuato una situazione già palese di difficoltà sugli esterni. “Ho cercato di porre rimedio alla sofferenza che stavamo accusando sulle fasce cambiando modulo più volte nel corso della partita e tutto sommato credo che abbiamo creato tanto ma, come al solito, raccolto poco. Sappiamo di avere certi limiti, accentuati dal fatto di essere una squadra giovane ed inesperta. L’obiettivo è comunque quello di raggiungere la salvezza prima possibile e con questo spirito possiamo riuscirci”.

Una salvezza da conquistare passando attraverso gare complicate come le prossime contro Scafatese e Forza e Coraggio: “Le affronteremo con lo stesso approccio messo in campo oggi. Firmerei per giocare peggio ma raccogliere qualche punto”. Due parole anche sul dubbio rigore concesso ai padroni di casa e risultato decisivo nel computo finale: “Non mi va di parlare di arbitri perché ormai lo ritengo inutile. Non credo comunque che abbiamo perso la partita per un calcio di rigore. Abbiamo pagato essenzialmente la nostra poca cattiveria sotto rete”. Sul futuro: “Questa squadra è composta da tanti giovani di livello, alcuni dei quali ora alla Juniores farò debuttare nelle prossime settimane. Questi ragazzi possono rappresentare una buona base per ripartire, qualora si riuscisse a mettere insieme una società disposta a fare calcio”.

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button