Ultime news

SANT’AGNELLO-NOCERINA 4-3: tripletta di Sibilli, molossi KO

SANT’AGNELLO 4

NOCERINA 3

Sant’Agnello (4-3-3): Napolitano; Schiavone, Micallo, Di Donna, Piacente (38′ st Perinelli); S. Sibilli, Serrapica, De Rosa; Russo, Pignalosa, Di Leva (20′ st Inserra). A disp.: Uliano, Raganati, De Maio, Musso, Manco. All.: Turi.

Nocerina (4-4-1-1): D’Antuono; Arena, Trezza, Bove, Adiletta; Ferraioli (34′ st L. Ferrara), Galdi, D’Ambrosio (7′ st Santoriello), Limatola; Della Femina; Guzzi (39′ st Zambrano). A disp.: Settembre, Iommazzo, Grassadonia, M. Ferrara. All.: Criscuolo.

Arbitro: Angelucci di Foligno.

Marcatori: 13′ pt Della Femina (N), 33′ pt De Rosa (S), 45′ pt, 2′ st, 25′ st Sibilli (S, rig.), 14′ st Limatola (N, rig.), 43′ st Santoriello (N)

Note: Partita a porte chiuse. Ammoniti: Trezza, Galdi (N). Rec.: 2′ pt; 4′ st.

Vittoria rocambolesca per il Sant’Agnello che supera la Nocerina al termine del folle match del Cerulli di Massa Lubrense; sette reti, quattro calci di rigore e continua girandola di emozioni che alla fine premia la formazione di mister Turi che si riporta in scia al Gragnano. Mister Criscuolo recupera Iommazzo che parte dalla panchina. Ancora fuori causa Cuomo. Modulo ad una sola punta per i molossi; Della Femina agisce da trequartista alle spalle di Guzzi. Consueto 4-3-3 per il Sant’Agnello, costretto a rinunciare a D’Agostino e Giuseppe Sibilli. In avanti c’è il giovane Di Leva accanto agli esperti Russo e Pignalosa.

Parte fortissimo la squadra di casa che pochi minuti dopo il fischio d’inizio potrebbe già passare: De Rosa serve Sibilli che prova la conclusione, il palo salva i molossi. Due minuti dopo è ancora De Rosa a servire Pignalosa, tutto solo davanti a D’Antuono; l’ex attaccante del Giugliano, però, centra il portiere rossonero. Sembra un monologo biancazzurro ma alla prima sortita nella metà campo avversaria è la Nocerina a passare: Della Femina calcia una punizione dal limite, la sfera filtra beffarda in mezzo alla barriera e supera l’incolpevole Napolitano. La partita, comunque, non cambia: il Sant’Agnello continua a far gioco ed a rendersi pericoloso, anche se le conclusioni di Russo e Di Leva non fanno male a D’Antuono. Poco dopo la mezz’ora, però, arriva il meritato pareggio: Sasà Sibilli calcia una punizione, la difesa rossonera fatica a respingere e De Rosa approfitta del rimpallo per insaccare. Nel finale di tempo il Sant’Agnello completa la rimonta: Galdi atterra Di Leva in area e per il signor Angelucci è rigore; dal dischetto Sibilli trasforma con freddezza.

La ripresa si apre come si era chiuso il primo tempo: fallo su Di Leva in area di rigore e penalty per i padroni di casa. Dal dischetto si presenta nuovamente Sibilli che vince ancora il duello con D’Antuono e firma il terzo gol dei padroni di casa. Lo stesso Sibilli, poco dopo, cerca addirittura la tripletta con una conclusione dal limite; questa volta l’estremo difensore rossonero è bravo ad opporsi. La Nocerina, nonostante lo svantaggio, ha il merito di non disunirsi. Al quarto d’ora anche i molossi conquistano un penalty; dal dischetto si presenta Limatola che accorcia le distanze. Passano dieci minuti ed arriva il quarto calcio di rigore di giornata, ancora per il Sant’Agnello; anche questa volta Sibilli è glaciale dagli undici metri e sigla la tripletta. La Nocerina resta in partita; Limatola ci prova dalla distanza ma Napolitano è attento. Poi è ancora Limatola ad andar via sulla sinistra ed a mettere al centro per Santoriello che brucia tutti sul tempo ed insacca la rete della speranza. Una speranza che si spegne nei quattro minuti di recupero; il Sant’Agnello tiene botta e porta a casa un successo prezioso, alla Nocerina resta il rammarico per le solite amnesie difensive e per qualche decisione arbitrale dubbia.

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it

Back to top button