Ultime news

VERSO LA B. ATLETICO ROMA-NOCERINA 2-3: Negro firma il blitz del Flaminio

Atletico Roma – Nocerina 2-3

Marcatori: 24’ pt Catania (N), 33’ pt Franchini (A), 2’ st Negro (N), 8’ st Negro (N), 19’ st Ciofani (A).

Atletico Roma (4-3-3): Calderoni; Balzano, Doudou, Padella, Angeletti; Romondini (14’ st Esposito), Miglietta, Franceschini; Babu (38’ st Caputo), Ciofani, Franchini. A disp.: Previti, Pelagias, Tombesi, Baronio, Chiappara. All.: Incocciati.

Nocerina (3-4-3): Gori; Pomante, De Franco, Di Maio; Scalise, De Liguori, Bruno, Bolzan; Catania (30 st Cavallaro), Castaldo, Negro (22’ st Nigro). A disp.: Amabile, Servi, Marsili, Galizia, Filosa. All. Cassia (Auteri squalificato).

Arbitro: Bietolini di Firenze.

Note: Spettatori 1500 circa con netta predominanza nocerina. Osservato un minuto di raccoglimento per commemorare i militari italiani caduti in Afghanistan. Ammoniti: Balzano (A), Bolzan, De Liguori, Catania, Bruno (N). Rec.: 1’ pt, 4’ st.

Impresa della Nocerina al Flaminio: contro la capolista Atletico Roma, ancora imbattuta ed a punteggio pieno, i molossi conquistano un successo preziosissimo, regalando una grande gioia agli oltre mille tifosi al seguito. Auteri sceglie Negro e Catania per assistere Castaldo; in difesa il tecnico rossonero conferma ancora De Franco, lasciando in panchina Filosa. Confermate le indiscrezioni della vigilia in casa capitolina: restano fuori dall’undici titolare Baronio ed Esposito, relegati in panchina dal tecnico Incocciati. In avanti il tridente è formato da Babu e Franchini, esterni, e Ciofani, punto di riferimento centrale.

Gara tattica in avvio con buon approccio dei molossi, che non mostrano timori riverenziali: la prima occasione è per Castaldo che, imbeccato da De Liguori, gira di poco a lato. La Nocerina preme sfruttando i cambi di gioco per creare superiorità numerica sulle corsie laterali; l’Atletico basa il suo gioco soprattutto sulle accelerazioni degli esterni; il primo affondo della formazione di Incocciati è firmato da Babu, stoppato in angolo dalla difesa molossa. La gara si infiamma poco dopo: Doudou cerca Calderoni con un retropassaggio troppo corto, Catania si inserisce in traiettoria, dribbla l’estremo difensore e deposita in rete. Risposta rabbiosa dell’Atletico Roma: conclusione dai venti metri del solito Babu, palla che si stampa sulla traversa con Gori immobile. Immediato il pari: la punizione di Franchini, da posizione defilata, si infila nell’angolo più lontano sorprendendo Gori. La Nocerina accusa il colpo e quattro minuti dopo è ancora il palo a dire di no a Franchini, che colpisce di testa su preciso cross di Balzano. Il primo tempo si chiude con altri due sussulti: Bubu da un lato e Bruno dall’altro ci provano, senza fortuna.

La ripresa si apre col raddoppio rossonero: Catania dribbla secco Doudou e mette palla al centro per l’accorrente Negro che irrompe in area ed insacca alle spalle dell’incolpevole Calderoni. L’Atletico Roma non reagisce, come invece era accaduto nella prima frazione, e la Nocerina ne approfitta: ancora Catania va via sulla corsia destra e mette palla al centro per Negro che elude l’intervento di due avversari ed insacca con un preciso fendente sotto la traversa. La Nocerina passa al 4-4-2 con l’inserimento di Nigro, con l’intento di difendere il vantaggio: ma è proprio il nuovo entrato ad entrare in collisione con Franchini causando il penalty; dal dischetto Ciofani non sbaglia e riapre il match. Finale di sofferenza per i molossi: l’ingresso di Esposito consente all’Atletico di alzare il baricentro e schiacciare la Nocerina nella propria metà campo; a due dal termine ancora Ciofani, in girata, lambisce il palo. È l’ultimo sussulto: dopo quattro minuti di recupero il signor Bietolini manda tutti negli spogliatoi; la Nocerina espugna il Flaminio e vola in seconda posizione.

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 11-10-2010

Back to top button